Sindacati sul piede di guerra contro gli esuberi annunciati

Mps, Viola: «Difficile la crescita dei ricavi, bisogna agire sui costi»

di Redazione - - Cronaca, Economia

Mps, l'ad Fabrizio Viola ed il Presidente Alessandro Profumo

Mps, l’ad Fabrizio Viola ed il Presidente Alessandro Profumo

SIENA – L’Amministratore delegato di Mps, Fabrizio Viola, comprende le reazioni dei sindacati al piano di ristrutturazione della banca che aumenta gli esuberi ma ricorda come «nell’attuale contesto di mercato un aumento dei ricavi, che pure nel  piano è contemplato, è difficile» ed occorra quindi agire «sul lato dei costi». Viola ha quindi affermato come «serva un accordo con le organizzazioni sindacali in merito al fondo di solidarietà per la gestione degli esuberi».

L’azienda ha annunciato 3400 esuberi che si aggiungono ai 4600 già dichiarati, per un totale di 8mila uscite previste nell’arco del piano industriale Mps 2013-2017. «Il percorso va nella direzione di ripristinare il rendimento del capitale come è stato indicato (rendimento del 9% sul capitale tangibile). D’altra parte nel settore bancario la minore crescita dei ricavi deve essere compensata agendo sui costi» ha sottolineato Viola.

Mps non ha ancora deciso ma, secondo Viola, «la strada dell’opzione ai soci per l’aumento di capitale di 2,5 miliardi è quella di privilegiare».

Tag:, , , ,

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: