Skip to main content
La piccola Sofia con il babbo e la mamma

Stamina, papà Sofia: «Lo stop alla sperimentazione è l’ultima pantomima»

La piccola Sofia con il babbo e la mamma
La piccola Sofia con il babbo e la mamma

FIRENZE – «Questa sperimentazione è stata fin dall’inizio una pantomima e qualunque cosa sia seguita deriva dalla stessa matrice: quindi la commissione scientifica è una pantomima, tutto a danno di chi invece non vive una pantomima ma la realtà di una malattia incurabile restando senza una terapia alternativa». E’ il primo  commento di Guido De Barros, il papà della piccola Sofia, alla decisione del ministero di intimare lo stop alla sperimentazione del metodo Stamina.

«Bocciare Stamina preclude una sostituzione con una cura alternativa che non esiste – prosegue Guido De Barros- Sarebbe questo lo spirito delle cure compassionevoli che non è mai stato preso in considerazione come del resto il principio fondante e costituzionale del diritto alla salute e alla libertà di cura calpestati in modo indegno e indecoroso. Alla Lorenzin e agli organi competenti chiedo a questo punto di diramare non solo le motivazioni ufficiali ma di motivarle oltre lo slogan scontato della mancata sicurezza. Vogliamo sapere su quali basi possono dire che la terapia non è sicura se non è stata sperimentata».

Secondo De Barros, quello che sta succedendo è dunque un motivo in più per scendere in piazza a difendere le cure compassionevoli nel corteo che si terrà domenica 13 alle 15, a Firenze.

lorenzin, ministero salute, sanità, sofia, stamina


Massimiliano Mantiloni

Giornalista

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741