Polizia Municipale: i nomi dei premiati

Vigili Urbani, da 159 anni al servizio di Firenze

di Fabio Piccioni - - Cronaca

 

FIRENZE – «Siete il baluardo delle istituzioni, il presidio dell’amministrazione e il volto bello di Firenze». Così il sindaco Matteo Renzi si è rivolto ieri agli appartenenti alla Polizia Municipale durante la celebrazione del 159° anniversario del Corpo che si è svolta nel Salone dei Cinquecento in Palazzo Vecchio, davanti alle massime autorità cittadine.

La relazione ufficiale è stata tenuta dal Comandante Antonella Manzione, che è anche Direttore Generale del Comune. Prima un plauso per il positivo svolgimento dell’attività durante i Mondiali di Ciclismo e per le attestazioni espresse dai cittadini alla Polizia Municipale «che ancora una volta non ne ha deluso le aspettative, anzi, se mi è consentito dirlo,  è andata ben oltre le stesse».

Quindi – «senza voler nascondere la polvere sotto il tappeto» – Manzione ha parlato di uno dei nodi più duri degli ultimi mesi: la lettera di messa in mora a molti dipendenti comunali per l’ipotizzato contrasto della contrattazione decentrata con la normativa e la contrattazione nazionale. Un problema – ha sottolineato – che «abbiamo ereditato e non creato» e dove «difenderemo, perché convinti della bontà della tesi sul piano del diritto, la posizione del singolo lavoratore percettore di buona fede». In sintesi «si va avanti a testa alta, ma cambiando decisamente rotta rispetto alle scelte del passato che ci hanno portato fin qui».

Dopo aver poi ripercorso le difficoltà operative dovute alla confusione giuridica in cui si trova lo status di poliziotto locale, Manzione ha ricordato la «realistica consapevolezza che la nostra attività non riceve mai in termini di gratificazione in proporzione allo sforzo messo in campo». Da qui l’esortazione a capovolgere la situazione, in una sorta di sfida continua anche nella riorganizzazione, trasformandola in punto di forza e di vantaggio.

Promuovendo la collaborazione e il dialogo con i cittadini, privilegiando la prevenzione prima della repressione, l’educazione più della censura, l’autorevolezza al posto dell’autorità, si potrà finalmente raggiungere quel patto per la sicurezza e la vivibilità del territorio.

Un’«alchimia aggregante» nel senso di responsabilità che rende la Comandante orgogliosa e fiera di dirigere un Corpo che costituisce ancora una risorsa affidabile come polizia e al quale si possono delegare funzioni di particolare incisività e rilievo, oltre alla mera gestione dei divieti di sosta.

Questi poliziotti, urbani anche nei modi – convinti che il delinquente fermato su strada non si metterà a filosofeggiare sulla limitata competenza territoriale e funzionale della loro divisa – vogliono continuare a svolgere professionalmente, con capacità e dedizione, quei compiti – di intervento, manutenzione e ripristino (anche negli ambienti più degradati e di maggior disagio sociale) – che gli sono stati affidati fin dall’epoca dei Comuni.

Alcuni «numeri»: i verbali per violazioni al Codice della strada a Firenze sono stati 347.322 dei quali 253.040 rilevati con strumentazione elettronica. Una flessione rispetto al 2012 in particolare per le infrazioni attraverso le «porte telematiche». Aumentano invece le multe attraverso il cosiddetto «street control», l’apparecchio utilizzato per la rilevazione «a strascico» della sosta in doppia fila:  le violazioni passano da 6553 al 31 dicembre 2012 a 8172 al 30 settembre 2013. Gli incidenti stradali a quest’ultima data sono stati 2582 a fronte di 3720 del 2012, con 11 persone decedute  contro le 16 dell’anno precedente.

 

Encomi ai Vigili Urbani. Ecco i nomi :

  • Francesco Forasassi, Silvia Lelli, Chiara Meini (assistenza ad una donna di nazionalità belga senza fissa dimora trovata nei giardini di piazza Medaglie d’Oro, garantendone il rientro in patria ed il ricongiungimento familiare – Aprile 2012)
  • Lorenzo Nigro (supporto durante il noto incendio di via Bolognese Vecchia e salvataggio di tre anziane donne portate fuori dalla propria abitazione già invasa dal fumo – Agosto 2012)
  • Riccardo Berti  (rianimazione cardiaca ad una turista francese vittima di un malore, in attesa dell’arrivo del 118)
  • Stefano Pieri ed al Personale del Reparto Antidegrado (assistenza ad una giovane affetta da handicap psicomotorio, sfruttata per chiedere elemosina presso l’intersezione Belfiore – Redi. Ospitata in un centro di assistenza del Comune di Firenze, al termine delle indagini venivano tratti in arresto dall’Interpol gli aguzzini della ragazza medesima – Firenze 2012-2012)
  • Tatiana Sanesi, Luisa Cini, Melania Cartei, Francesco Banci (al termine di un rocambolesco inseguimento notturno da piazza del Duomo fino al territorio di Sesto Fiorentino veniva arrestato un soggetto alla guida di un’auto, trasportato poi in ospedale per cure psichiatriche – Dicembre 2012)
  • Sandra Caramelli, Raffaella Moser (individuazione di un pirata d’auto, datosi alla fuga dopo aver investito gravemente un pedone in Piazza Piave – Marzo 2013)
  • Alessia Cecconi, Chiara Meini (inseguimento, unitamente ad una Volante della Polizia di Stato, di un’auto in fuga da piazza Dalmazia verso zona della Stazione di Santa Maria Novella. Bloccata in via Panzani e fermato il conducente in stato di ebbrezza. Maggio 2013)
  • Massimiliano Scardigli (libero dal servizio, ha inseguito e bloccato un uomo che aveva appena colpito e strappato una borsa ad una donna su un autobus in Piazza Indipendenza  – Ottobre 2013)
  • Appartenenti al Corpo di Polizia Municipale di Firenze intervenuti a supporto delle popolazioni terremotate dell’Emilia. Ha ritirato l’encomio il funzionario Fabrizio Torrini quale primo ufficiale di Polizia Municipale inviato sul posto, anche con finalità di coordinamento. (Carpi – Finale Emilia, giugno – ottobre 2012)
  • Tommaso Malevolti (libero dal servizio, è riuscito a trarre in salvo una donna che minacciava di gettarsi nel vuoto dal proprio appartamento in via di Ripoli – Gennaio 2012)
  • Simone Terzani  (libero dal servizio, in attesa dell’arrivo dei Vigili del Fuoco per un incendio presso una lavanderia in viale Duse riusciva a far evacuare l’intero stabile dove abitavano 30 famiglie – Marzo 2012)

 

 

 

 

Tag:, , ,

Fabio Piccioni

Fabio Piccioni

Avvocato del Foro di Firenze
avv.fpiccioni@gmail.com www.avvocatieavvocati.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: