Skip to main content
L'assessore regionale al Bilancio Vittorio Bugli

Legge di stabilità, alla Toscana tagliati 50 milioni di spesa

L'assessore regionale al Bilancio Vittorio Bugli
L’assessore regionale al Bilancio Vittorio Bugli

FIRENZE – Gli effetti della manovra presentata del governo peseranno in Toscana sul patto di stabilità. «Avremo 50 milioni in meno da spendere» spiega l’assessore alla presidenza e al bilancio della Toscana, Vittorio Bugli. «Sul testo prosegue comunque il confronto» sottolinea Bugli. Margini di cambiamenti ancora ci possono essere. Le Regioni e la Toscana in particolare avevano chiesto un allargamento del patto di stabilità: la manovra va esattamente nel senso opposto. «E così si sterilizzano anche novità positive -spiega Bugli- come l’intenzione del governo di rifinanziare, dopo anni, il fondo per la non autosufficienza che era stato azzerato e su cui la Toscana era intervenuta con risorse proprie. Inutile infatti avere i soldi se non li posso spendere. In un momento di recessione come questo il tetto imposto dal patto di stabilità ha molto penalizzato i nostri investimenti. La nostra capacità di spesa si è ridotta di 300 milioni negli ultimi anni. Ora arriva la nuova decurtazione».

E con il  tetto del patto di stabilità imposto dall’Europa e dal governo per tenere a freno l’indebitamento pubblico rischiano di essere penalizzati soprattutto gli investimenti. La spesa autorizzata dal patto di stabilità, tolta la sanità, era finora di 1 miliardo e 495 milioni l’anno. Con il tetto più basso si ridurrebbe almeno a 1 miliardo e 445 milioni.

legge di stabilità governo, spesa, tagli, Toscana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741