Uno vendeva eroina fuori da una farmacia

Firenze, arrestati 3 spacciatori in 48 ore

di Redazione - - Cronaca

La polizia arresta 3 spacciatori nel capoluogo toscano

La polizia arresta 3 spacciatori nel capoluogo toscano

FIRENZE – Arrestati dalla polizia tre spacciatori in 48 ore: uno vendeva eroina fuori da una farmacia a Campi Bisenzio, uno cocaina a Porta a Prato e un altro trasportava in treno 150 grammi di droga.

Il primo di questi arresti è avvenuto lunedì sera quando la Polizia ferroviaria ha bloccato un corriere nigeriano della droga con addosso 150 grammi di eroina. Appena sceso da un treno proveniente da Napoli, lo straniero di 21 anni è stato subito intercettato dai poliziotti. Il giovane ha continuato a guardarsi intorno fino a quando, alla vista degli agenti, ha allungato velocemente il passo verso il sottopasso della stazione. Appena scese le scale è stato bloccato da un’altra pattuglia della ferroviaria. Per nascondere gli ovuli pieni di stupefacente, l’arrestato aveva sigillato la sostanza fissandola ad una gamba con del nastro adesivo

Un altro arresto è avvenuto ieri mattina a Campi Bisenzio. In questo caso il pusher spacciava eroina fuori da una farmacia. Si tratta di un 45enne marocchino catturato dagli uomini della Squadra Mobile di Firenze. Alcune segnalazioni dei residenti avevano allertato gli investigatori della Sezione Contrasto al Crimine Diffuso che senza perder tempo hanno sorpreso il magrebino all’opera dopo una serie di mirati appostamenti. Quando lo straniero è stato fermato dagli agenti, aveva appena venduto una dose ad un 30enne.

Nella serata di ieri la polizia ha arrestato un 26enne albanese nella zona di Porta a Prato. Questa volta lo spacciatore è stato fermato dagli agenti delle volanti dopo che aveva venduto una dose di cocaina ad un 36enne marocchino. Lo scambio è avvenuto in strada ma venditore e compratore si erano accordati pochi istanti prima all’interno di un bar sotto lo sguardo di un poliziotto in borghese. L’operatore ha seguito a distanza i due sospetti fino al momento dello spaccio, intervenendo subito dopo insieme ai suoi colleghi del 113.

Tag:, ,

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: