Agevolazioni approvate dal Consiglio regionale, le nuove imprese non pagano

Irap 2014, sgravi per chi assume

di Redazione - - Economia, Politica

Irap scontata a chi assume in Toscana

Irap scontata a chi assume in Toscana

FIRENZE – Approvate le agevolazioni 2014 per l’Irap: niente imposta per le start-up tecnologiche. Sconti a chi dà posti di lavoro anche a termine a lavoratori con più di 55 anni e per le imprese fino a 250 dipendenti che assumono a tempo indeterminato.

Esenzione garantita per le attività commerciali che nei comuni montani svolgano anche servizi di pubblica utilità. Il consiglio regionale della Toscana ha varato gli sgravi dell’Irap che nel 2014 peseranno per 16 milioni sul bilancio della Toscana.

Agevolazioni. Una riduzione dello 0,50 è prevista per le aziende che si costituiscano in reti di impresa: l’aliquota passa dal 3,9 al 3,4%.

Un altro sconto dello 0,50 sull’aliquota ordinaria è previsto per imprese che sottoscrivano «protocolli di insediamento». Si tratta di un modo per attrarre nuove aziende, anche dall’estero, per spingerle a investire in Toscana.

Riduzione di un punto e mezzo dell’aliquota delle piccole e medie imprese che si insedino ex novo in aree integrate di sviluppo del territorio regionale. Si tratta di aree colpite dalla crisi o perché ritenute logisticamente importanti.

Irap azzerata. Non pagheranno l’imposta le nuove imprese (start-up) costituite in settori ad alta e medio-alta tecnologia operanti nei comparti dell’industria e dei servizi.

Deduzioni azzerate. Dal 2014 per tre anni, alle 360mila micro, piccole e medie imprese è consentito di dedurre dall’Irap dovuta alla Regione la spesa sostenuta per le assunzioni. Dall’importo da versare, si può scontare il costo del personale assunto sia in pianta stabile, sia a tempo determinato, a patto che il lavoratore abbia 55 anni per favorirne l’accompagnamento alla pensione. Se un’impresa deve 100mila euro di Irap e assume una persona con uno stipendio lordo annuo di 30mila euro, alla Regione dovrà pagare 70mila euro.

Credito di 15mila euro. Alle imprese fino a 10 dipendenti che partecipino a fiere internazionali in paesi esteri europei è riconosciuto un credito di imposta fino a 15mila euro calcolato sulla base di spese sostenute per affittare spazi espositivi, anche in forma associata. Credito di imposta di 15mila euro massimo è riconosciuto anche alle imprese fino a 50 dipendenti che nel triennio 2013-2015 investano per ottenere certificazioni di qualità riconosciute a livello internazionale.

Contributi per la cultura. Le imprese possono dedurre dall’Irap i fondi investiti a sostegno di progetti culturali e di tutela del paesaggio realizzati da soggetti pubblici o fondazioni.

Tag:, , , ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.