Nuove forti piogge in arrivo su tutta la regione

Volterra, crolla il muro di piazza Martiri. Toscana, patrimonio storico a rischio

di Sandro Addario - - Cronaca

Una parte delle mura crollate a Volterra per il maltempo

Una parte delle mura crollate a Volterra per il maltempo

VOLTERRA – Il centro storico di Volterra si sbriciola. Oggi intorno alle 16 è crollato uno sperone di roccia pericolante da alcuni giorni nei pressi delle mura etrusche.  È successo in piazza Martiri della Libertà, nel centro storico della città, durante le operazioni di messa in sicurezza dello stesso.

CROLLO – La massa di detriti è venuta giù durante i lavori di «disgaggio», una tecnica per la messa in sicurezza della roccia. Era un punto a rischio quello sperone, già in movimento – a quanto sembra – dalla notte tra sabato e domenica. La frana è stata parzialmente attutita da tiranti e geoblocchi che erano stati già posizionati al di sotto. Nessuno fortunatamente è rimasto coinvolto dal crollo. Le pietre sono precipitate nei pressi dell’ingresso a un parcheggio chiuso precauzionalmente dal sindaco nei giorni scorsi. La frana non ha provocato feriti.

EMERGENZA – L’ennesima emergenza, dopo la frana delle mura medievali per le abbondanti piogge del mese scorso, era scattata nello scorso week end e il sindaco Marco Buselli aveva disposto l’immediata interdizione delle strade di accesso al centro storico cittadino e al parcheggio sotterraneo. «I detriti non hanno invaso la strada che era già stata chiusa nella notte di domenica così come era stato interdetto l’accesso al parcheggio sotterraneo della Dogana – spiega il sindaco Marco Buselli – Ora la preoccupazione principale è la messa in sicurezza dell’area per evitare ulteriori scivolamenti e scongiurare altri crolli». Questa mattina era iniziato l’intervento per alleggerire la parte sommitale dello sperone con l’impiego di una piattaforma dotata di elevatore.

Allerta meteoALLERTA METEO – Intanto con l’avvicinarsi di una nuova allerta meteo in Toscana, gli occhi sono puntati su Volterra ma anche su gran parte della regione. Nei giorni scorsi numerose sono state le frane e gli smottamenti verificatesi in più punti: ultime, ma solo in ordine di tempo, quella sulla Fi-Pi-Li sabato mattina, tra Montopoli e Santa Croce e anche sulla Tosco Romagnola tra Cascina (Pi) e Collesalvetti (Li). Nelle prossime ore sono previste piogge abbondanti, con rovesci e temporali in tutta la regione, più frequenti sulle zone centro-settentrionali e in prossimità della fascia costiera. La protezione civile prevede allerta meteo almeno fino alle 20 di martedì 4 marzo.

PATRIMONIO A RISCHIO – «Siamo preoccupatissimi: su Volterra adesso serve l’impegno di tutti perché si sta sfaldando un pezzo del nostro patrimonio storico» aveva affermato solo ieri sera in una nota il presidente della Provincia di Pisa, Andrea Pieroni, dopo le nuove criticità geologiche del colle etrusco. «C’è davvero una situazione – spiega Pieroni – che non può essere gestita con mezzi ordinari. La protezione civile della Provincia è impegnata sul posto con i propri uomini dalla scorsa notte. Abbiamo operato con funzioni di coordinamento e organizzazione degli interventi, in particolare sono stati messi in campo i volontari che hanno operato il disboscamento dell’area posta nella parte superiore delle mura, per stendere gli opportuni rivestimenti impermeabili sul terrapieno».

Tag:, ,

Sandro Addario

Sandro Addario

Giornalista
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: