Skip to main content
Monsignr Angiolo Livi

Monsignor Livi: «Dirò messa con Papa Francesco il 7 aprile»

La visita di Giovanni Paolo II nella basilica di san Lorenzo nell'ottobre 1986. In primo piano monsignor Livi e il cardinale Piovanelli
La visita di Giovanni Paolo II nella basilica di san Lorenzo nell’ottobre 1986. In primo piano monsignor Livi e il cardinale Piovanelli

FIRENZE – «C’è tutta Firenze oggi qui con me: ho desiderato ardentemente celebrare il 100 compleanno con voi. E con il mio Vescovo, perché un prete ha bisogno del suo Vescovo, che è pastore, guida e maestro. Voglio ringraziarlo tanto, perché ha ‘fissato’ per me una concelebrazione con Papa Francesco, che avverrà il 7 aprile… grazie». Questo l’annuncio dato, quasi sottovoce, da Monsignor Angiolo Livi, priore della Basilica di San Lorenzo e «decano» della diocesi fiorentina, durante la celebrazione della messa oggi pomeriggio 31 marzo per il suo compleanno più importante della sua vita. Una folla di fedeli ha assistito alla funzione officiata dal cardinale arcivescovo di Firenze Giuseppe Betori.

Questa celebrazione – ha detto il cardinale nella sua omelia – «vuole riconoscere nel Signore la sorgente del bene seminato lungo la sua vita da monsignor Livi. Al nostro monsignore riconosciamo la generosa accoglienza dei doni di Dio e l’averli fatti germogliare giorno per giorno nei molteplici ministeri che la Chiesa fiorentina gli ha chiesto e che ha fedelmente assolto».

Gesù – ha detto Betori – «definisce il suo legame con i discepoli come un’amicizia. È questo il volto segreto di ogni esistenza sacerdotale, il dono che Gesù fa a coloro che egli sceglie. È un dono, e lo prova la gioia della vita di un sacerdote, ed è un impegno, perché implica di amare come Gesù ha amato». «Questa dedizione – ha aggiunto a conclusione della sua omelia – senza riserve ci ha mostrato monsignor Livi in questi anni e con lui ne rendiamo grazie al Signore. Il Signore lo ha scelto, egli ha risposto con generosità, ne sono scaturiti frutti per la Chiesa, per Firenze, per questa parrocchia e i suoi abitanti. Gliene siamo grati».

Leggi qui il testo integrale dell’omelia del Cardinale Betori alla messa per i 100 anni di Monsignor Angiolo Livi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741