«O Flos colende», tornano i concerti gratuiti nel Duomo di Firenze

L'Ensemble Pian&Forte
L'Ensemble Pian&Forte
L’Ensemble Pian&Forte

FIRENZE – Riparte «O flos colende», la rassegna di grandi concerti a ingresso libero nel Duomo di Firenze.

Avrebbe dovuto svolgersi per un solo anno, come celebrazione del settimo centenario dell’Opera del Duomo nel 1997, ma il successo fu tale che si è ripetuta a cadenza annuale fino a giungere alla diciottesima edizione. A guidare «O flos colende» è anche l’intento di recuperare un patrimonio musicale dimenticato e di grande valore spirituale, non di rado legato alla storia culturale fiorentina.

Il programma 2014 include sette concerti, tutti di alta qualità. Nel concerto inaugurale la Camerata Strumentale “Città di Prato”, fondata da Riccardo Muti e oggi tra le più qualificate del panorama nazionale, eseguirà, diretta da Alessandro Pinzauti, le «Sette ultime parole del nostro Redentore in Croce», capolavoro che Franz Joseph Haydn compose per le cerimonie del Venerdì Santo della cattedrale di Cadice. Ospite il popolare attore Fabrizio Gifuni, che reciterà testi di John Donne, Mario Luzi e Giovanni Papini.

A fine primavera, in collaborazione con il Teatro del Maggio Musicale Fiorentino, si potrà compiere un insolito quanto affascinante viaggio nella musica sacra a Firenze, dal Settecento di Francesco Feroci e Niccolò Jommelli fino al Novecento di Ildebrando Pizzetti. Un’occasione d’oro per ascoltare, nell’esecuzione del Coro del Maggio Musicale Fiorentino, il «Requiem» di Pizzetti, pagina di rarissima esecuzione e di spiritualità profonda, che il compositore terminò nel 1923 proprio a Firenze: una partitura dalla sincera espressività, che rivela tutto il magistero di uno stile che rivisita la grande polifonia rinascimentale alla luce di una moderna sensibilità.

Si cambia davvero musica a luglio, per sant’Ignazio, quando il sagrato ospiterà una sorta di sacra rappresentazione, ricreando le suggestive atmosfere delle feste popolari che i padri gesuiti organizzavano nelle loro missioni dell’antica provincia del Paraguay. Cuore della inusuale proposta è il fastoso dramma agiografico «San Ignacio», per solisti di canto e orchestra, dedicato al santo fondatore della Compagnia di Gesù con musiche di Domenico Zipoli (originario di Prato e ancora oggi venerato quasi come una divinità in Sudamerica) e dello svizzero Martin Schmidt, erede di Zipoli. Autorevoli protagonisti della suggestiva proposta sono l’Ensemble Elyma, famoso gruppo strumentale specializzato nel repertorio rinascimentale-barocco  soprattutto di area italiana e latinoamericana, e il suo fondatore, l’argentino Gabriel Garrido,  da anni attivo con successo in questo repertorio e recentemente insignito della Medaglia Mozart dall’UNESCO per il lavoro di ricerca ed interpretazione effettuato sul patrimonio musicale del Barocco latinoamericano.

Per la festa grande dell’8 settembre le imponenti architetture del duomo accoglieranno trombe barocche che, magnificate dall’acustica, risuoneranno con suggestivi effetti stereofonici in pagine concepite come accompagnamento alla liturgia di Marc Antoine Charpentier (il Preludio al Te Deum, popolarissima sigla televisiva dell’Eurovisione), Girolamo Fantini, François Philidor e altri; ad eseguire sarà l’Ensemble Pian & Forte, dal 1989 uno dei gruppi più rinomati e ricercati per queste repertorio (l’organico prevede qui trombe naturali, timpani e organo, suonato da Antonio Frigé), guidato e affiancato da Gabriele Cassone, trombettista di fama mondiale.

L’ingresso ai concerti è libero, ma è consigliabile prenotare, perché l’affluenza, tra fiorentini e turisti, è solitamente alta.

O FLOS COLENDE 2014 – Musica sacra a Firenze – XVIII edizione

Mercoledì 9 Aprile, ore 21.15: Haydn, “Le sette ultime parole del nostro Redentore in Croce”: Fabrizio Gifuni con la Camerata Strumentale “Città di Prato” diretta da Alessandro Pinzauti

Venerdì 9 Maggio, ore 21.15 – Giovedì 22 Maggio, ore 20.30: Il grande organo Mascioni del Duomo: Michel Bouvard e la maratona dei virtuosi Fernando Gabriel Swiech, Daniel Oyarzabal, Juan Paradell Solé

Giovedì 12 Giugno, ore 21.15: Musica sacra a Firenze: da Jommelli a Pizzetti con il Coro del Maggio Musicale Fiorentino diretto da Lorenzo Fratini

Giovedì 3 Luglio, ore 21.30: Una festa sudamericana per Sant’Ignazio: l’Ensemble Elyma diretto da Gabriel Garrido

Lunedì 8 Settembre, ore 21.15: Meraviglia delle trombe barocche, con l’Ensemble Pian & Forte e Gabriele Cassone

Venerdì 3 Ottobre, ore 21.15: La Cappella Musicale di Santa Maria del Fiore diretta da Michele Manganelli per “La Natività” di Domenico Bartolucci

 

Cattedrale di Santa Maria del Fiore – Piazza del Duomo – Firenze

Ingresso libero – Informazioni e prenotazioni: Opera di Santa Maria del Fiore – Via della Canonica 1, Firenze – Tel. 055 2302885 / Fax 055 2302898 – opera@operaduomo.firenze.itwww.operaduomo.firenze.it

Concerti, Musica, opera del duomo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080