Si inaugura oggi 8 maggio la XXI edizione

«Fabbrica Europa»: prossima fermata Stazione Leopolda di Firenze

Alexander Balanescu e Marius Manole in «Diario di un pazzo»
Alexander Balanescu e Marius Manole in «Diario di un pazzo»

FIRENZE – Alla Stazione Leopolda si inaugura «Fabbrica Europa», festival di teatro, danza e arti performative arrivato alla XXI edizione.

I locali dell’ex-Stazione Leopolda, ormai un simbolo del festival stesso, gli si adattano perfettamente, ma da lì «Fabbrica Europa» si diffonderà su altri spazi di Firenze, dal Nuovo Teatro dell’Opera al Teatro Cantiere Florida, fino all’Oltrarno con Cango Cantieri Goldonetta, il Teatro Goldoni, l’Ex Chiesa San Carlo dei Barnabiti, per toccare infine il Teatro Era di Pontedera.

Per cinquanta giorni il Festival propone spettacoli di artisti internazionali dalle quali emergono le profondità del teatro d’arte dell’Est e della danza contemporanea.

Spicca, dopo l’inaugurazione di giovedì 8 (con l’installazione di Marco Bagnoli che raccoglie dieci sculture monumentali a forma di mongolfiera), la vera e propria maratona teatrale del Teatro Nazionale Serbo di Novi Sad (per la prima volta in Italia): allestiscono «Il Gabbiano» di Cechov per la regia di Tomi Janežič, che la critica ha definito “un Mozart del teatro contemporaneo”. Un cast di 30 persone, tra attori e tecnici, in scena per oltre 6 ore. Il processo creativo dello spettacolo, che intende porre interrogativi sul teatro, sulla creatività, sulle arti in generale e sulla vita, è durato 16 mesi. (Stazione Leopolda, 9, 10 e 11 maggio).

Alle produzioni più innovative (in prima nazionale) provenienti dalla ex-Jugoslavia a vent’anni dall’assedio di Sarajevo «Fabbrica Europa 2014» dedica particolare attenzione, esplorando alcune delle voci più significative e incisive della scena teatrale contemporanea dell’area dei Balcani.

Quando Sarajevo era sotto assedio, il Kamerni 55 andò in scena, tra mortai e bombe, quasi ogni giorno, a volte con la sola illuminazione delle candele. Ora, diretto da Dino Mustafic, presenta «La notte di Helver»,che mostra come il militarismo può affliggere una società e penetrare anche la sfera privata. Protagonisti i pluripremiati Mirjana Karanović, mostro sacro in patria, interprete prediletta di Emir Kusturica, ed Ermin Bravo, che ha anche recitato nel film di Angelina Jolie su Sarajevo.

Dalla Romania viene invece, sempre in prima nazionale, l’allestimento del «Diario di un pazzo» ispirato al racconto di Gogol. Con la regia di Felix Alexa, il palco accoglie dueinterpreti d’eccezione, l’attore Marius Manole (tra i più acclamati della nuova generazione) e il celebre virtuoso del violino Alexander Balanescu, un alter ego che evoca, attraverso la musica, tutti gli altri personaggi. La performance, creando un dialogo tra la musica e gli stati emotivi estremi del famoso personaggio di Gogol, mette di fronte a una confessione: innocenti racconti di un pazzo che esprimono sentimenti, con umorismo e saggezza, rivelando un’anima tormentata (Teatro Cantiere Florida, 15 e 16 maggio).

Abbondantissima l’offerta del festival per gli appassionati di danza. Spiccano, in spettacoli presentati in prime assoluta, europea o nazionale (alcuni in coproduzione con il 77° Maggio Musicale Fiorentino), svariati nomi fra i più rilevanti della ricerca coreografica e della danza internazionale, come il coreografo tibetano Sang Jijia con la «City Contemporary Dance Company» (CCDC) di HongKong (Opera di Firenze, 27-28 giugno) o Maguy Marin, nome di culto della scena contemporanea, con lo spettacolo (Teatro Goldoni, 16 e 17 maggio).

Consultabili in rete una brochure sfogliabile e il foltissimo calendario completo degli eventi.

«Fabbrica Europa»

Dall’8 maggio al 28 giugno 2014 – Stazione Leopolda (Viale Fratelli Rosselli, Firenze) e altri luoghi di Firenze.

Info: Fondazione Fabbrica Europa per le Arti Contemporanee. Tel 055 2480515 / 055 2638480
www.fabbricaeuropa.net

danza, Fabbrica Europa, Maggio Musicale, stazione leopolda, Teatro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080