Firenze: ecco Gabriele Lavia e la nuova stagione della Pergola

La stagione 2013-24 del Teatro della Pergola propone 18 spettacoli
Conferenza stampa Pergola
La presentazione della stagione 2014-2015 al Teatro della Pergola

FIRENZE – Il Teatro della Pergola ha fatto oggi, lunedì 19 maggio, due presentazioni ufficiali. La prima: il nuovo direttore artistico della Fondazione per il triennio 2014-2017, l’attore e regista Gabriele Lavia. La seconda: la stagione di prosa 2014-2015.

È stato proprio Lavia a tenere la parola più a lungo, spalleggiato dall’assessore comunale di Firenze, Sergio Givone (Presidente della Fondazione), dal direttore generale, Marco Giorgetti, da Luca Barbareschi, Anna Maria Guarnieri, Federica Di Martino, Emanuele Gamba, Pietro Contorno, tutti presenti a vario titolo nel ricco cartellone.

Per quanto riguarda la stagione di prosa, vengono confermati molti nomi che nell’ultimo biennio hanno riscosso gran successo, come Umberto Orsini (11-16 novembre, con un dramma tratto dai «Fratelli Karamazov» di Dostoevskij), Toni e Peppe Servillo, Alessandro Haber, Fabrizio Gifuni (che stavolta fonde Shakespeare e Gadda), Filippo Timi, Stefano Accorsi. Torna anche Alessandro Gassmann in veste di regista a dirigere Ottavia Piccolo in «Sette Minuti» di Stefano Massini.

Spiccano un paio di signore del teatro italiano come Giuliana Lojodice («La professione della signora Warren» di G. Bernard Shaw, dal 27 gennaio) e Anna Maria Guarnieri (in «Sinfonia d’autunno» di Ingmar Bergman, nel ruolo che sul grande schermo fu interpretato da Ingrid Bergman).

L’impronta del nuovo direttore artistico Gabriele Lavia è forte: sarà lui ad aprire la stagione il 24 ottobre con «Sei personaggi in cerca d’autore» di Pirandello, la pièce con cui il suo maestro Orazio Costa riaprì la Pergola nel 1948 dopo la guerra. Lavia tenterà di ripristinare la versione del 1921 (comunemente si rappresenta la versione del 1925, che taglia una scena difficile) e soprattutto di fondare una “Compagnia della Pergola” tendenzialmente stabile (lo spettacolo da gennaio andrà in tournée).

Sarà sempre Lavia a chiudere con «Vita di Galileo» di Brecht (14-20 maggio 2015) e sarà lui, il 21 e 22 giugno 2014, a inaugurare un’iniziativa che non resterà isolata, quella delle letture dei poeti. Inizierà lui stesso leggendo Leopardi nel cortile del Bargello, ma sono previsti durante la stagione altri eventi consimili e anche appuntamenti periodici con i poeti contemporanei, che saliranno sul palco a presentare se stessi. Con Giancarlo Cauteruccio verrà portato avanti un progetto incentrato su Dino Campana.

Parallelamente, si darà spazio alla filosofia con gli «Incontri platonici» (già fissati quelli con Cacciari, Givone, Galimberti su «Simposio», «Fedro» e «Fedone», naturalmente visti anche in chiave contemporanea).

Si riapre anche al teatro internazionale con William Kentridge e le marionette di Adrian Kohler (20-22 novembre) e, dopo diversi anni, torna il musical con lo spettacolo «Spring awakening» di Wedekind (che alterna numeri musicali e scene di prosa; 9-14 dicembre).

Last but not least, l’intenzione di far risorgere il «Maggio della prosa», un premio per la nuova drammaturgia (con giuria presieduta da Franco Cordelli), il cui vincitore vedrà rappresentata la sua opera in apertura della stagione successiva, letture di classici, collaborazioni stabili con altri teatri, in particolare il Teatro Dante di Campi.

In totale ventisei spettacoli, due produzioni, quattro prime nazionali tra Teatro della Pergola e Teatro Goldoni, che verrà usato anche per le prove (alcune delle quali aperte al pubblico): bisogna dire che quello che fu il primo “Teatro all’italiana” e che solo tre anni fa pareva prossimo al naufragio, ora appare in buona salute.

Il programma completo è già online sul sito della Fondazione del Teatro della Pergola.

 

musical, Poesia, prosa, Teatro della Pergola

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080