Teatro Comunale

Firenze: debutta al Maggio Musicale «L’amour des trois Oranges»

di Roberta Manetti - - Cultura, Eventi

L'amour des trois Oranges

L’amour des trois Oranges

FIRENZE – Al Teatro Comunale va in scena «L’amour des trois Oranges», ovvero la versione francese dell’opera che Sergej Prokof’ev trasse da una commedia di Carlo Gozzi. L’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino è diretta da Juraj Valčuha; la regia è di Alessandro Talevi.

I numeri perché lo spettacolo risulti molto gradevole, se non addirittura memorabile, ci sono tutti: un libretto divertente e un po’ strampalato di origine fiabesca (Gozzi si era a sua volta ispirato a una novella compresa in «Lo cunto de li cunti» di Giambattista Basile), scene e costumi che dalle foto delle prove si direbbero grotteschi e surreali al punto giusto, un ottimo direttore che dovrebbe trovarsi molto a suo agio con la partitura.

«L’amour des trois Oranges» è oltretutto una rarità: nei cartelloni del Maggio dell’ultimo quarantennio compare solo la versione italiana (1979). Quella francese è comunemente presentata come la versione originale, benché l’asserzione non sia incontrovertibile: fu infatti la prima ad essere messa in scena all’Opera di Chicago che aveva commissionato il lavoro al compositore; tuttavia il libretto originale, di mano dello stesso Prokov’ev, è in russo e in questa lingua l’opera fu eseguita per la prima volta a Leningrado nel 1927. Anche la traduzione francese era stata curata da Prokov’ev in persona, con l’ausilio di Véra Janacopulos.

Parodia dei più abusati clichés teatrali, «L’amour des trois Oranges» è uno dei lavori più brillanti di tutto il repertorio operistico novecentesco. Non è un male che il definitivo addio all’edificio del vecchio Teatro Comunale si dia con un’opera dal soggetto sbilanciato più sul buffo che sul tragico.

Teatro Comunale (Corso Italia 16, Firenze; tel. 055 277 9350)

Domenica 1 giugno, ore 20.30
Martedì 3 giugno, ore 20.30
Giovedì 5 giugno, ore 20.30
Sabato 7 giugno, ore 15.30

«L’amour des trois Oranges» (L’amore delle tre melarance). Opera in un prologo e quattro atti op. 33. Musica e libretto di Sergej Sergeevič Prokof’ev. Dalla commedia omonima di Carlo Gozzi. Traduzione francese di Véra Janacopulos e di di Sergej Prokof’ev. Nuovo allestimento. Sopratitoli in inglese e italiano.

Orchestra e coro del Maggio Musicale Fiorentino. Direttore: Juraj Valčuha. Maestro del coro: Lorenzo Fratini. Regia: Alessandro Talevi; scene: Justin Arienti; costumi: Manuel Pedretti; luci: Giuseppe Calabrò; assistente regista: Silvia Paoli; coach lingua francese e pianista: Elsa Lambert; pittore: Daniele Leone.

Cast. Le Roi de Trèfles: Jean Teitgen; Le Prince: Jonathan Boyd; La Princesse Clarice: Julia Gertseva; Léandre: Davide Damiani; Trouffaldino: Loïx Félix; Pantalon: Leonardo Galeazzi; Le Magicien Tchélio: Roberto Abbondanza; Fata Morgana: Anna Shafajinskaia; Linette: Martina Belli; Nicolette: Antoinette Dennefeld; Ninette: Diletta Rizzo Marin; La Cuisinière: Kristinn Sigmundsson; Le Héraut: Karl Huml; Farfarello: Ramaz Chikviladze; Sméraldine: Larissa Schmidt; Le Maïtre de Cérémonies: Andrea Giovannini; Les Ridicules: Dario Shikhmiri, Saverio Bambi, Alessandro Calamai, Artem Terasenko, Yerzhan Tazhimbetov, Edoardo Ballerini, Sung-Cehn Kang, Silvano Bocciai, Lukas Zeman, Dielli Hoxha.

Durata complessiva dello spettacolo: 2 ore e 20 minuti

Guide all’ascolto (Piccolo Teatro del Comunale): 1 giugno, ore 19.45, 3 giugno, ore 19.45, 5 giugno, ore 19.45, 7 giugno, ore 14.45

Informazioni e biglietti sul sito dell’Opera di Firenze.

Tag:,

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: