Firenze, in scena «Orfeo ed Euridice» di Gluck, ultima opera nel cartellone del Maggio

Orfeo ed Euridice
Orfeo ed Euridice
«Orfeo ed Euridice» alla Pergola

FIRENZE – Al Teatro della Pergola va in scena «Orfeo ed Euridice» di Gluck, ultima opera in cartellone al 77° Maggio musicale Fiorentino. A guidare l’Orchestra del Maggio è l’esperta bacchetta di Federico Maria Sardelli; la regia è affidata a Denis Krief (Premio Abbiati 2000), che cura anche scene, costumi e luci.

Sarà un allestimento «metafisico», con la scena ridotta all’essenziale e qualche apporto tecnologico. La lettura di Federico Maria Sardelli, uno dei più conosciuti specialisti di musica settecentesca, sarà strettamente filologica, anche se l’orchestra non suona strumenti originali (ma Sardelli, fra gli specialisti, è uno dei più avvezzi a dirigere orchestre che si servono di strumenti moderni, mentre da parte sua l’Orchestra del Maggio ha sempre mostrato gran duttilità e capacità di adattamento, in situazioni simili).

Altra piccola, inevitabile deroga alla filologia sarà l’utilizzo di una voce femminile nel ruolo di Orfeo, ovviamente scritto, in origine, per castrato: scomparsa felicemente la categoria, non resta che servirsi di un controtenore (ma sono davvero rari quelli con un timbro di voce bello) oppure di un mezzosoprano, ed è questa la scelta effettuata da Sardelli, come del resto da Riccardo Muti per la versione in forma di concerto che si è sentita al Comunale di Firenze nel 2007. Orfeo sarà così interpretato dal mezzosoprano Anna Bonitatibus, mentre gli altri due ruoli da solista, Euridice ed Amore (entrambi soprano), sono affidati rispettivamente a Hélène Guilmette e Silvia Frigato.

Quello di Orfeo, che con la sua arte di musico ispirato dall’amore per la sventurata Euridice sovverte le leggi della Natura, commuove gli dei e vince perfino la morte, è un mito di successo, nell’opera italiana antica. Declinato in più versioni, quella di Gluck (che debuttò a Vienna il 5 ottobre 1762) è conforme all’intenzione della «festa teatrale»: dunque, largo spazio alla spettacolarità delle situazioni infernali, cori e danze frequenti ed elaborati, orchestrazione complessa, libertà formale (è con quest’opera che Gluck avvia il suo progetto di riforma dell’opera seria, del resto), assenza di ritornelli iniziali delle arie e, dal punto di vista contenutistico, lieto fine.

Qui Orfeo obbedirebbe al divieto di voltarsi a guardare l’amata Euridice fino all’uscita dagli inferi, ma è proprio lei che, con ostinazione degna di miglior causa, lo incita a voltarsi per rassicurarla. Sarebbe il disastro, ma interviene Amore in persona, che resuscita Euridice e unisce gli amanti. Infine, in un magnifico tempio, si assiste al trionfo di Amore (sunto della trama e libretto online sulla pagina dedicata a questo spettacolo nel sito dell’Opera di Firenze.

 

«Orfeo ed Euridice». Azione teatrale per musica in tre atti. Musica di Christoph Willibald Gluck. Libretto di Ranieri de’ Calzabigi. Nuovo allestimento. Cantato in italiano; sovratitoli in inglese e italiano.

Orchestra e Coro del Maggio Musicale Fiorentino

Direttore: Federico Maria Sardelli – Maestro del coro: Lorenzo Fratini

Orfeo: Anna Bonitatibus – Euridice: Hélène Guilmette – Amore: Silvia Frigato

Clavicembalo: Giulia Nuti – Arpa barocca: Ann Fierens

Regia, scene, costumi, luci: Denis Krief

Coreografia: Cristina Rizzo, eseguita da Mag.Da (Compagnia ospite della Fondazione Maggio Musicale Fiorentino) – Elaborazione video: Nicola Calocero – Assistente regista: Pia Di Bitonto – Assistente scenografia e costumi: Angela Vasta

Teatro della Pergola (via della Pergola 18, Firenze)

Domenica 8 giugno, ore 20.30
Martedì 10 giugno, ore 20.30
Sabato 14 giugno, ore 15.30
Domenica 15 giugno, ore 20.30

Biglietti acquistabili anche sul sito del Teatro dell’Opera.

In occasione delle recite di «Orfeo ed Euridice» di Gluck è possibile effettuare la visita guidata gratuita al Museo del Teatro della Pergola. Le visite sono in programma l’8, il 10 e il 15 giugno alle ore 19 e il 14 giugno alle ore 14. Gli interessati possono prenotarsi chiamando lo 055 2264312 o inviando una mail a museo@teatrodellapergola.com

 

 

Maggio Musicale, opera lirica, Teatro della Pergola

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080