Un nuovo allestimento della sala del Consiglio Comunale

Firenze, tornano gli arazzi medicei nel Salone de’ Dugento di Palazzo Vecchio

di Cristina Degl'Innocenti - - Cronaca

Storie di Giuseppe Ebreo

Storie di Giuseppe Ebreo

FIRENZE – Il Salone de’ Dugento, dove si riunisce il Consiglio comunale e una delle sezioni più antiche di Palazzo Vecchio, quella trecentesca, tornerà ad ospitare gli Arazzi Medicei. Sono quegli stessi che raccontano le “Storie di Giuseppe ebreo” e che furono rimossi nel 1983 per un’indagine sul loro stato di conservazione per avviare due anni più tardi le operazioni di restauro. Oggi rientrano nella loro sede dopo un lungo allontanamento durato ben 27 anni. Il restauro è stato curato dall’Opificio delle Pietre Dure con il contributo dell’Ente Cassa di Risparmio. Da questo momento saranno esposti a rotazione nel salone. Il restauro, delicatissimo, è stato eseguito nella Sala delle Bandiere di Palazzo Vecchio.

Storie di Giuseppe Ebreo

Storie di Giuseppe Ebreo

Si tratta di venti arazzi commissionati da Cosimo I de’ Medici nel 1545 alla Manifattura Medicea. Furono esposti nel salone dei Duecento fino al secolo scorso e  nel 1882, in età Sabauda, 10 furono portati a Roma per essere esposti nei saloni del Quirinale. Gli arazzi, realizzati su disegni di alcuni tra i più importanti artisti del tempo come Agnolo Bronzino, Jacopo Pontormo e Francesco Salviati, furono tessuti dagli artigiani fiamminghi Jan Rost e Nicolas Karcher. Il progetto per il ricollocamento degli arazzi nella loro sede originaria prevede una nuova climatizzazione e la realizzazione di un nuovo sistema di illuminazione e di schermatura della luce solare e un successivo riallestimento della sala consiliare con lo scopo di creare anche un percorso espositivo. Il progetto di valorizzazione e di riallestimento e integrazione nel percorso museale è stato possibile grazie al contributo di Gucci.

 

 

Tag:,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.