Svolta nella vicenda del dipendente della Fermet

Carrara, scende dal silos di 30 metri l’operaio che voleva richiamare l’attenzione di Renzi

di Redazione - - Cronaca, Economia

Stampa Stampa
L'operaio in cima al silos della Fermet a Carrara

L’operaio in cima al silos della Fermet a Carrara

CARRARA – Dopo aver trascorso la notte tra lunedì 16 e martedì 17 giugno imbracato per non cadere, si è convinto a scendere. È così che l’operaio salito lunedì mattina su un silos alto 30 metri in cima all’azienda Fermet Servizi di Carrara ha posto fine alla sua clamorosa protesta. Il dipendente della Fermet,  fabbrica che opera nel settore dei rottami metallici e ora in regime di concordato fallimentare, è in cassa integrazione in deroga ma non percepisce l’indennità da tre mesi. Ieri aveva fatto appello al premier, Matteo Renzi: «Se  non mi aiuta io non scendo».

Oggi, infine, è tornato a terra dall’alto del silos grazie alle rassicurazioni del curatore fallimentare della Fermet che ha garantito da subito lavoro all’interno dei cantieri dello stabilimento, alcuni ancora attivi.

Tag:, ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.