Bomba d’acqua su Firenze, Prato, Empoli: allagati ristoranti e supermercati. Pericolo aquaplaning sulla FiPiLi

Ancora pioggia e vento in quasi tutta la Toscana
Bomba d’acqua, intorno alle 21 di domenica 29 giugno, su quasi tutta la provincia di Firenze:

FIRENZE – Pioggia violentissima, in sostanza una vera bomba d’acqua si è  abbattuta su Firenze dopo le 21 con pioggia insistente, raffiche di vento, decine di fulmini e chicchi di grandine. Allagamenti si sono verificati nelle zone più basse della città. Secondo l’amministrazione comunale non ci sarebbero particolari disagi, ma in diverse strade alcuni locali pubblici sono stati invasi dall’acqua.  E c’è allarme per la caduta di alberi e di rami fra Firenze e Scandicci. Timore alimentato anche dalla tragedia di sabato sera nel parco delle Cascine, dove, pur senza temporale, un grosso ramo precipitato da un albero ha ucciso due persone, una donna di 51 anni e la sua nipotina di 2.

Squadre della protezione civile comunale e di vigili urbani sono state tuttavia allertate per la notte e in vista della giornata di domani quando potrebbero ripetersi precipitazioni di simile intensità. Poco prima che il temporale si scatenasse su Firenze, era stata Prato ad esserne investita. Ma l’area più colpita è quella dell’Empolese e della Valdelsa, dove si sono registrate allagamenti e cadute di rami che hanno impegnato a lungo  i vigili del fuoco. A Empoli, nella zona dell’Ipercoop, l’acqua ha raggiunto il metro e mezzo. I vigili del fuoco sono dovuti intervenire in forze. Particolare attenzione è richiesta sulla superstrada Firenze-Pisa-Livorno,  per via di ristagni d’acqua capaci di provocare il fenomeno dell’aquaplaning, ossia di galleggiamento dei veicoli su uno strato d’acqua esteso sopra la strada. Serve particolare attenzione.

AGGIORNAMENTO ORE 01.00

Un fulmine nella serata ha colpito a Firenze una centralina elettrica dell’acquedotto e le case di alcune zone della città sono rimaste senza acqua. I tecnici sono al lavoro per ripristinare il servizio.

Black out elettrico anche nelle zone centrali di Firenze. Intorno a mezzanotte al buio l’area compresa tra la Stazione di santa Maria Novella, via Nazionale, Mercato di San Lorenzo. Funziona solo la luce nelle abitazioni, ma le strade sono al buio. Bloccato per un albero caduto anche il ponte Bailey alla Certosa. Traffico bloccato e code di auto ferme sotto la pioggia.

AGGIORNAMENTO ORE 06.00

Riaperto nella notte il ponte Bailey alla Certosa. A Lastra a Signa è invece bloccata via Carcheri per un albero caduto a terra: si tratta di una quercia di circa 20 metri che dovrà essere rimosso in giornata. Stessa situazione in via San Leonardo a Firenze, nei pressi del Forte di Belvedere, attualmente chiusa al traffico. Stanno operando i pompieri e la polizia municipale.

Intervento dei vigili del fuoco da Firenze anche a Mercatale Val di Pesa dove un fulmine ha colpito  un casolare dove c’era un trattore provocando un incendio di notevoli dimensioni, ma fortunatamente senza il coinvolgimento di persone.

A Firenze in via Benedetto Varchi il vento e la pioggia hanno scoperchiato il tetto di un edificio e si sta provvedendo alla sua sistemazione.

Da ieri sera 29 giugno, i pompieri fiorentini hanno effettuato oltre 55 servizi in tutta la provincia, in particolare nella zona di Empoli e di Firenze Ovest. Altri, meno urgenti, sono in lista di attesa e verranno effettuati in giornata. Almeno una quindicina gli alberi caduti e rimossi. Non sono segnalati danni a persone.

 

 

allagamenti, aquaplaning, bomba d'acqua, caduta d'alberi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080