In un prato vicino all'Ippodromo delle Mulina

Firenze, trovato cadavere di un uomo nel parco delle Cascine

di Redazione - - Cronaca

Sul luogo i Carabinieri del Nucleo Investigativo

Sul luogo i Carabinieri del Nucleo Investigativo

FIRENZE – Il corpo senza vita di un uomo anziano è stato scoperto nel parco delle Cascine a Firenze. È successo stamani 2 luglio intorno alle 6,30 nei pressi di un chiosco nel viale dell’Aeronautica, che collega piazzale delle Cascine con quello dell’Indiano. Il corpo era in un prato vicino all’ippodromo delle Mulina, in posizione supina e il volto tumefatto. Sul posto ci sono i carabinieri del Nucleo investigativo del comando provinciale che stanno effettuando tutti i rilievi, anche scientifici, per risalire alla sua identità.

AGGIORNAMENTO ore 9:51

L’uomo, T.E. di 78 anni di San Gimignano (Si), sembra sia morto per cause accidentali e non avrebbe subito violenze. Le indagini sono in corso.

AGGIORNAMENTO ore 23.30

L’uomo si chiamava Ezio Taddei, originario di San Gimignano, ma residente a Poggibonsi. Imprenditore edile in pensione, 78 anni, era uscito da casa martedì sera 1 luglio verso le 21. All’una, non vedendolo tornare, la moglie ha chiamato i carabinieri segnalandone la scomparsa.

Il suo cadavere è stato trovato all’alba a Firenze nel parco delle Cascine. Gli investigatori dei carabinieri stanno cercando di far luce su cosa sia successo in quelle ore. Il pm Paolo Barlucchi indaga per omicidio, che consente di disporre l’autopsia. Durante quest’ultima, il medico legale non avrebbe trovato segni che indichino in maniera evidente la causa della morte: né fori di proiettile, né tagli provocati da lame, né lividi che possano far pensare a un colpo o a un soffocamento. Ci sono solo quelle ferite sul viso, che però non sono sufficienti a provocare un decesso. Taddei, quindi, potrebbe essere morto per un malore. C’è da capire cosa lo abbia provocato.

Se si trattasse davvero di omicidio, potrebbe non essere stato volontario. Il pensionato potrebbe aver avuto un infarto durante un’aggressione per rapina: il suo portafogli non è stato trovato. La sua auto, un’utilitaria, era parcheggiata a pochi metri di distanza con il vetro anteriore destro infranto.

Proseguono le indagini del Nucleo Investigativo dei Carabinieri del comando provinciale che hanno effettuato nuovi sopralluoghi e appostamenti nella zona dove è morto il Taddei.

 

Tag:,

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: