Grande attesa per la tradizionale competizione

Montepulciano: svelato il Panno del Bravìo delle Botti del 31 agosto 2014

di Roberta Manetti - - Cronaca, Cultura

bravio-delle-botti

Il Bravìo delle botti a Montepulciano

MONTEPULCIANO – Ultimi giorni di festa intorno al celeberrimo vino Nobile a Montepulciano, dove al Teatro Poliziano è stato svelato il panno del prossimo Bravìo delle botti, che si correrà domenica 31.

Il Bravìo è proprio il panno, solitamente dipinto, che le le otto contrade del paese si contendono facendo rotolare delle botti di circa 80 kg; il percorso della gara, rigorosamente in salita, si snoda tra le vie del centro storico fino all’arrivo sul sagrato del Duomo, in Piazza Grande.

Quello di quest’anno è un panno dedicato alla settima arte, la Fotografia. Lo ha realizzato Roberto Longi, direttore del Museo Civico Pinacoteca Crociani, diplomato alle Belle Arti di Firenze e insegnante presso la scuola di Arezzo.

Spiega Roberto Longi: «Il panno 2014 non è dipinto, è ispirato alle foto storiche esposte presso il Museo Civico. Un’opera dedicata alle gente che crea e vive il Bravìo, perché i veri protagonisti della manifestazione sono i cittadini.  Il panno riporta come sfondo una foto dell’evento clou, ovvero Piazza Grande alla vista della botte che taglia la linea di arrivo davanti al sagrato del Duomo».

Nello stesso giorno si è concluso il concorso «A Tavola con il Nobile», la sfida ai fornelli ideata dal Consorzio del Vino Nobile con il giornalista del Tg2 Bruno Gambacorta.

Il primo premio è andato, per il secondo anno consecutivo, alla contrada di Talosa con la “Zuppa di cinta senese con pici”, in abbinamento a Salcheto Nobile di Montepulciano e Cantucci Pietrarossa 2011, con un punteggio di 386 e realizzato dalla signora Marisa. Secondo premio  alla Contrada Poggiolo con “Maccheroni nobili al rustico di cinta senese con crema di pecorino gran riserva” e terzo posto alla Contrada Collazzi con i “Maccheroni con farina rustica al sugo della festa”. Sul palco per la premiazione Fabrizio Parisotto Salce, da 12 anni direttore responsabile del programma televisivo Agrisapori che va in onda su 150 emittenti in Italia e nella Svizzera italiana, Anna Scafuri del TG1 e Claudio Vismara di Mototurismo, oltre alla giornalista americana Shawn Dore nonché Brand Ambassador del Vino Nobile negli USA.

Da rilevare che «A Tavola con il Nobile», in dodici anni, ha permesso il recupero e la pubblicizzazione di oltre 200 ricette della tradizione culinaria dei dintorni di Siena. Indubbiamente benemeriti, organizzatori e concorrenti. «Quello che più colpisce ogni volta è l’entusiasmo delle contrade nel proporre ricette elaborate con grande ricerca storica – ha sottolineato il presidente della giuria Bruno Gambacorta – e ormai l’entusiasmo e l’agonismo sono tali che il premio è sentito quasi come quello per cui le stesse contrade si batteranno il 31 agosto con le botti».

Il Bravìo delle botti è alle 19, ma la festa inizia molto prima. dalle 10 in Piazza Grande si svolgono pittoresche cerimonie come l’estrazione dell’ordine di partenza delle botti, la sbandierata, la marchiatura a fuoco, la consegna da parte del Comune al Magistrato delle Contrade del “ Panno del Bravìo”, l’offerta dei ceri votivi a S. Giovanni nella Cattedrale e la benedizione del Vescovo. Alle 15 inizia la sfilata del suggestivo corteo storico, composto da oltre 300 figuranti, con gli immancabili tamburini e sbandieratori. Anche per loro c’è un ambito premio per la miglior coppia; tutta la contrada inoltre sfila per vincere l’arca d’argento come migliore comparsa nel corteo storico.

Informazioni dettagliate sul sito della manifestazione, giunta al traguardo dei quarant’anni.

Tag:, , ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.