Skip to main content

Campi Bisenzio: il sindaco Fossi dalla famiglia dell’architetto italo-somalo ucciso a Mogadiscio

Somalia bomb blast
Mogadiscio, il luogo dell’attentato in cui ha perso la vita Hagi Abdisalam, di Campi Bisenzio

CAMPI BISENZIO (FIRENZE) – Una visita personale, per portare il cordoglio di una città intera. È quella che ha visto protagonisti lunedì 1 settembre, da un lato, il sindaco di Campi Bisenzio, Emiliano Fossi col vice sindaco Monica Roso, e dall’altro i familiari di Hagi Abdisalam, l’architetto italo-somalo di 57 anni rimasto ucciso in un attentato a Mogadiscio domenica 31 agosto. Abdisalam svolgeva il suo lavoro di consulente del ministero della Difesa locale e di collaboratore di Osman Mohammed Gaal, candidato alla presidenza della Repubblica.

«Ho fatto il mio dovere, niente di più – ha dichiarato il sindaco Fossi – sono stato a trovare la bella famiglia di Hagi. In pochi attimi ho compreso quello che spesso trovi scritto sui giornali o ascolti alla tv: di quanto tutto sia collegato e interconnesso, e che quello che accade a migliaia di chilometri di distanza ci riguarda eccome, di come le conseguenze del fondamentalismo e della violenza estrema per esempio tutto ad un tratto te le ritrovi drammaticamente in casa».

campi bisenzio, mogadiscio, Somalia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741