Firenze: al via la stagione 2014-2015 del Teatro di Rifredi

Rimbamband
Nola Rae_Exit Napoleon_2
Nola Rae in «Exit Napoleon» («Napoleone in fuga»)

FIRENZE – Sono una delle vere ricchezze della città, i tanti piccoli teatri che ravvivano la vita serale dei quartieri semiperiferici e periferici, portando una piccola “movida” di qualità ben diversa dalle torme di ubriachi che infestano alcune zone del centro.  L’avere al massimo 300 posti e un budget ben più limitato dei grandi teatri non significa che non ci si possano trovare spettacoli di qualità.

È il caso del Teatro di Rifredi, attivo da quasi quarant’anni e che ha appena presentato la stagione 2014-2015. Da sempre alterna spettacoli anche molto impegnati a spettacoli leggeri e non di rado divertentissimi. Molti, in tutte le stagioni, gli ospiti stranieri; molti spettacoli sono diventati nel corso degli anni “di culto”, magari finendo nelle stagioni successive, dato il grande successo, in teatri cittadini più capienti (è stato il caso, ad esempio, della compagnia internazionale «Familie Flöz», che, dopo diverse stagioni al Teatro di Rifredi, è approdata l’anno scorso al Teatro Verdi).

Ma diamo un colpo d’occhio al cartellone 2014-2014 del Teatro di Rifredi. Si parte il 10 ottobre con la riedizione di un grande successo degli anni passati, «Carmela e Paolino – varietà sopraffino», acclamatissimo spettacolo di Angelo Savelli con Edy Angelillo e Gennaro Cannavacciulo, tratto da «Ay, Carmela» di José Sanchis Sinisterra (dal 10 al 26 ottobre).

Due compagnie siciliane per il Queer Theatre, Emma Dante (15-16 novembre) e Vucciria Teatro (18-11), e tante compagnie toscane: da Arca Azzurra Teatro con «Il malato immaginario» di Molière nell’adattamento inedito di Ugo Chiti (dal 27 al 30 novembre), ai Teatri d’imbarco (20-21 febbraio), e poi l’atteso ritorno de Le Galline con Bulle & Impossibili (17-22 marzo) e di Alessandro Benvenuti con il suo successo senza fine «Benvenuti in casa Gori» (4-7 dicembre), che compie un quarto di secolo e fa sempre il pieno. Antonella Questa presenta «Svergognata» (26-28 febbraio), un altro pezzo del suo mosaico amaro e divertente, sul mondo femminile, mentre al comico dalla crescente popolarità Alessandro Riccio è dedicata una mini rassegna in aprile, a fine stagione. Tra le novità comico-musicali in cartellone, la Rimbamband con «Il sol ci ha dato alla testa» (9-18 gennaio).

Fiore all’occhiello della programmazione di Rifredi, l’apertura alle compagnie estere di culto: l’inglese International Visual Theatre, che vedrà in scena quest’anno Nola Rae con un suo personalissimo «Napoleone» (30 ottobre-2 novembre), gli spagnoli Yllana che ci catapulteranno nel mitico «Far West» (21-23 novembre), la compagnia israeliana degli OrtoDa che, in occasione del Giorno della Memoria 2015, ripresenteranno «Stones», uno degli spettacoli più acclamati delle scorse rassegne per il suo forte impatto visivo.

Da lettura scenica diventa spettacolo l’intrigante romanzo di Elif Shafak «La bastarda di Istanbul» (dal 3 al 15 marzo), protagonista l’attrice turca Serra Yilmaz, che sarà ancora in cartellone per l’undicesimo anno di repliche de «L’ultimo harem» (dal 29 gennaio al 15 febbraio).

Fine d’anno comico, tra giallo e commedia di costume, con gli imperdibili vecchietti del BarLume di Malvaldi impegnati ne «La carta più alta» per la regia di Andrea Bruno Savelli e dal 24 al 29 marzo  il ritorno della grande Lucia Poli col suo buffissimo «Fantasma di Canterville» (da Oscar Wilde).

Teatro di Rifredi – via Vittorio Emanuele II, 303 – 50134 Firenze – tel. 055 4220361/2 | www.toscanateatro.it (con cartellone completo).

Punto Box Office: dal lunedì al sabato ore 16-19 biglietteria@toscanateatro.it

 

cabaret, musical, prosa, Teatro di Rifredi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080