Skip to main content

Lavoro: scontri a Torino fra polizia e centri sociali. Tre feriti e cinque fermati

regioTORINO – Scontri e alta tensione al corteo degli studenti a Torino alla manifestazione di protesta contro il vertice dei ministri europei del Lavoro che si svolge oggi e domani al Teatro Regio. Ferito il vicequestore vicario di Torino, Giuseppe Ferrari, dall’esplosione di una bomba carta. Cinque autonomi sono stati fermati, sono in corso le identificazioni di altri antagonisti protagonisti degli scontri. Il primo contatto con le forze dell’ordine è avvenuto nella centrale piazza Castello: i dimostranti, con una mossa a sorpresa, hanno rimosso una parte delle transenne che sbarrano la strada verso il Teatro Regio che ospita il vertice europeo sul lavoro. Poi hanno scagliato pomodori contro le forze dell’ordine che hanno risposto con alcuni lacrimogeni. Esplodono bombe carta tra polizia, carabinieri e antagonisti. È almeno di cinque fermati e di tre persone ferite il bilancio provvisorio degli scontri.

Gli scontri tra antagonisti e forze dell’ordine hanno coinvolto anche la molto affollata manifestazione (10.000 lavoratori) del sindacato metalmeccanico, marginalmente interessata dai disordini e dai lanci di lacrimogeni. Il segretario generale Maurizio Landini, in merito agli scontri e alla reazione della Polizia, ha lanciato pesanti accuse: «Bisogna capire se questo eccesso di reazione delle forze dell’ordine sia dovuto all’inesperienza di chi era in piazza o se dietro ci sia il governo. Se così è bene che il governo cambi: non si può trasformare un democratico conflitto in una questione di ordine pubblico se non c’è». Parole molto dure rivolte non tanto alle autorità locali, quanto a Renzi e ai ministri del lavoro e dell’interno, oggetto delle critiche pesanti del leader dei metalmeccanici, che contesta le politiche governative.

Landini, Lavoro, manifestazioni, proteste

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741