Skip to main content

Sanità toscana, la rivelazione: «Asl e Aziende ospedaliere non hanno fatto i bilanci»

L'ospedale di Careggi
L’ospedale di Careggi

FIRENZE – «Mancano tutti i bilanci consuntivi 2013 delle aziende sanitarie e ospedaliere del sistema sanitario toscano. È una situazione insostenibile e gravemente irregolare sulla quale non accettiamo scuse sul ritardo nelle ripartizioni Aifa (Agenzia italiana del farmaco), dal momento che in altre regioni come l’Emilia Romagna i bilanci risultano tutti regolarmente adottati e approvati, e i payback della farmaceutica contabilizzati».

L’attacco parte dal vicepresidente della Commissione sanità del Consiglio regionale, Stefano Mugnai (FI) che solo ieri, 16 ottobre, aveva denunciato l’assenza del bilancio di esercizio 2013 di Estav Sud Est, la cui adozione era attesa per il 15 aprile scorso.

La legge regionale 40/2005 ne prevede poi la trasmissione entro il 30 del mese alla giunta regionale, che lo deve approvare entro il 31 maggio. La stessa scadenza è imposta alle Asl e alle aziende ospedaliere qualche articolo più in là (il 123). E Mugnai si è incuriosito ed è andato a scartabellare. Risultato: non c’è nemmeno mezzo bilancio.

«Coi consuntivi – resoconta Mugnai – la Toscana è ferma al 2012. Alla faccia delle medaglie autoappuntate sul petto della giunta quanto a certificazione, equilibrio, contabilità in ordine e proclami del genere. Fanfaronate, a quanto dimostrano i fatti».

 

Mugnai, regione toscana, sanità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741