Buone notizie dall'infermeria, mentre i viola preparano la sfida con l'Udinese

Fiorentina: Pepito Rossi in campo a fine gennaio. L’annuncio del procuratore Pastorello. E anche Gomez recupera

di Niccolò Di Pietro - - Sport

Mario Gomez e Pepito Rossi (foto dal Facebook di Gomez)

Mario Gomez e Giuseppe Rossi (foto dal profilo Facebook di Gomez)

FIRENZE – Lo diceva Montella all’indomani del deludente 1-1 di San Siro: la Fiorentina non fa gol perché deve fare a meno del suo attacco titolare. Mancano due giorni alla sfida di campionato contro l’Udinese al Franchi. Ed ecco spuntare le dichiarazioni di Federico Pastorello, procuratore di Pepito Rossi, che annuncia il recupero: «La stabilità del ginocchio è migliorata – ha dichiarato ai microfoni de La Politica nel Pallone su Gr Parlamento – Giuseppe è stato operato solo al menisco e dovrebbe rispettare i cinque mesi preventivati. Insomma, le cose paiono andare nel verso giusto, la speranza è vederlo in campo tra fine gennaio e inizio febbraio per la seconda parte della stagione».

ROSSI Pastorello lascia intendere che nemmeno il capitolo nazionale è chiuso per Rossi: «La maglia azzurra resta una delle sue priorità. Ma prima di tutto vuole ricominciare a giocare per la Fiorentina e per i Della Valle che gli sono stati molto vicini. Sente un senso di responsabilità molto grande nei confronti del club viola». Il calvario non può dirsi concluso per l’americanino viola. Pastorello ha confermato che Rossi dovrebbero rientrare entro qualche settimana in Italia dove continuerà il lavoro di recupero con lo staff medico e tecnico della Fiorentina. Niente chiarimenti con Cesare Prandelli, che fu accusato urbi et orbi di aver colpevolmente lasciato Rossi a casa in occasione dei mondiali in Brasile. Il tempo ha dato ragione all’ex ct, fuggito nel mentre sul Corno d’Oro a Istanbul. Ma l’esilio turco di Prandelli potrebbe essere giunto al termine. Il Galatasaray è reduce da due sconfitte per 4-0 in quattro giorni. Prima il poker in Champions incassato dal Borussia Dortmund e poi nel derby dalla neopromossa Basaksehir.

GÓMEZ Con gli annunci è bene andarci cauti, visti i precedenti in casa viola con i gioielli in infermeria. Nel dopo partita di Milan-Fiorentina, lo stesso Montella aveva annunciato il recupero di Mario Gómez ed il suo rientro in gruppo. Il tedesco torna dunque fra i convocabili già per Fiorentina-Udinese di mercoledì. Ma in pochi si attendono la sua presenza in campo. Più probabile un suo impiego contro la Sampdoria. In attesa dei suoi campioni, l’allenatore viola può puntare sul ritrovato Ilicic, migliore in campo a San Siro e a Salonicco contro il Paok. L’augurio è che lo sloveno si confermi al Franchi, dove fino ad ora ha offerto il peggio del suo repertorio, guadagnandosi la palma del più criticato dai tifosi. Sono sei i gol realizzati dalla Fiorentina fino ad oggi in campionato; tre sono arrivati nella sola partita con l’Inter. Il dato fa scalpore se paragonato con i primi due anni di Montella, quando il problema era solo quello di avere difensori talvolta … spensierati.

 

Tag:, , , ,

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: