Skip to main content

Montella: «I giocatori soffrono la pressione ma andiamo a casa a testa alta»

Fiorentina-Napoli, il gol decisivo di Higuain
Fiorentina-Napoli, il gol annullato a Higuain

FIRENZE. Una serataccia. L’ennesima di questa stagione, che rischia di essere compromessa già a inizio novembre. Per tornare in zona Champions, ora alla Fiorentina servirà infatti un filotto importante da infilare subito dopo la sosta del campionato che arriva forse nel momento più opportuno.

MONTELLA. Ma il tecnico viola prova comunque a vedere il bicchiere mezzo pieno. «Il Napoli è stato superiore nel primo tempo, noi siamo stati un po’ troppo timorosi.Nella ripresa abbiamo alzato i ritmi, e nel nostro momento migliore il Napoli è passato in vantaggio. Abbiamo provato a rimettere la gara in piedi nel finale ma non ci siamo riusciti» analizza l’allenatore viola.

EQUILIBRIO. «I ragazzi – aggiunge il tecnico – stanno soffrendo per questo momento, anche se questa sera andiamo a casa a testa alta. Gonzalo? Il rendimento in passato è stato migliore, è un po’ in calo, forse non gioca con la giusta tranquillità in questo momento. L’importante comunque è non perdere l’equilibrio. I fischi ci stanno, paghiamo l’eccessiva sensibilità di alcuni giocatori».

PRADE‘. Queste invece le parole del ds Pradè. «Siamo molto dispiaciuti per i tifosi, siamo dispiaciuti per la famiglia Della Valle che ha investito molto: è il periodo più difficile di questi tre anni, ora dobbiamo compattarci ed uscire da questo momento. Abbiamo fatto un buonissimo secondo tempo anche se in questo periodo ci gira tutto storto, come nel caso della traversa di Mario Gomez».

ILICIC. C’è poi anche il caso Ilicic in casa viola. Al momento del cambio lo sloveno ha zittito i fischi della tribuna portandosi il dito medio alla bocca. «Non so cosa manchi per vedere il vero Ilicic» aveva detto prima della partita aggiungendo di essere disposto a fare di tutto per la squadra e per il mister, amando comunque giocare trequartista. Ma quello di Firenze, è davvero un Ilicic lontano anni luce da quello ammirato a Palermo.

BENITEZ. Tutt’altra atmosfera, ovviamente, in casa Napoli. Ecco la soddisfazione di Rafa Benitez a fine partita.«Mi è piaciuto tanto il primo tempo, ma siamo stati capaci di ripartire ma anche di soffrire. Terzo posto? Sì, siamo lì per quindici giorni ed avremo tempo per recuperare, riposare e preparare la prossima col Cagliari» ha spiegato il tecnico azzurro che in cuor suo spera anche in qualcosa in più dell’ultimo posto utile per la Champions. E dopo la prova di forza del Franchi fa anche bene.

Benitez, Fiorentina, Montella, napoli


Massimiliano Mugnaini

Giornalista

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741