Lo stadio di San Siro è allagato dalla pioggia. Il ct croato, Kovac, non vuole giocare a ... pallanuoto

Euro 2016: Italia-Croazia (oggi ore 21,45, diretta su Rai1). Pasqual: cross al millimetro per Zaza e Immobile. Ma c’è il rischio rinvio

di Sandro Bennucci - - Primo piano

Manuel Pasqual, titolare in ItaliaCroazia

Manuel Pasqual, titolare in ItaliaCroazia

MILANO – Più che Giove Eupalla, divinità pallonara inventata dal mitico collega Gianni Brera, qui deciderà Giove Pluvio: il prato di San Siro è allagato. Italia e Croazia non hanno potuto fare la consueta sgambatura di prova della vigilia. Ze dovesse piovere anche stamani o, peggio ancora, nel pomeriggio, il rinvio sarebbe inevitabile. Il ct croato, Niko Kovac, si è spaventato alla vista di quel terreno di gioco trasformato in un lago: ha detto che la partita dovrà essere rinviata perché non vorrebbe che si giocasse a pallanuoto. Più ottimista un suo giocatore, Kovacic, interista, uno che quello stadio lo conosce bene. Ecco, lui sostiene che da qui a stasera la situazione migliorerà e che la partita andrà in scena regolarmente.

BALOTELLI – Anche Antonio Conte non gradisce un campo inzuppato, perché sostiene che l’Italia è in grado di sviluppare un buon calcio e se il pallone rimbalza male gli azzurri potrebbero soffrire più dei loro avversari. In ogni caso, la partita non è facile. E’ in palio il primato del girone. E chi dovesse perdere potrebbe essere raggiunto dalla Norvegia, ora al terzo posto. Conte non svela la formazione dell’Italia, ma visti i numerosi infortuni sono poche le alternative per il ct. Non ci sarà, per esempio, Balotelli: risulta affaticato dopo gli allenamenti di Coverciano ed è stato lasciato libero di tornare a casa. Così come Ogbonna. Quindi non ci vuole una gran fantasia a immaginare che, davanti a Buffon, dovrebbero giocare Chiellini, Ranocchia e Darmian, impegnato nuovamente come centrale, mentre nel Torino gioca laterale. Gli esterni di fascia saranno De Sciglio e Pasqual, accompagnati a centrocampo da De Rossi, Marchisio e Candreva, anch’esso in un ruolo inusuale rispetto a quello che svolge con la maglia della Lazio. La coppia d’attacco è quella che Conte ha utilizzato da quando e’ ct azzurro, cioe’ Zaza-Immobile.

PASQUAL – Ecco, per le due punte, appunto Zaza e Immobile, sarà fondamentale la presenza di Pasqual: il capitano della Fiorentina, in crescita anche in maglia viola nonostante sia costretto a partire troppo spesso dalla panchina, è un grande specialista negli assist. I suoi cross al centro sono stati già provvidenziali in azzurro. Conte scommette su di lui proprio nella sua prima partita veramente delicata da ct. Un esempio che dovrebbe essere seguito anche da Montella alla ripresa del campionato, quando la Fiorentina sarà attesa da tre sfide determinanti: a Verona contrio l’Hellas di Toni; a Cagliari; in casa (5 dicembre) contro Madama Juventus in quella che è considerata la madre di tutte le partite. Pasqual, paradossalmente, cercherà di guadagnarsi in nazionale un posto anche nella Fiorentina. Di solito capita il contrario, ma di questi tempi cambia il clima e cambiano le … consuetudini.

63 mila biglietti – L’unico dubbio, dunque, resta quello del campo, ma nell’ambiente azzurro si tende a minimizzare, nella convinzione che smetterà di piovere e che quindi i 63mila che hanno acquistato il biglietto per l’incontro potranno goderselo, senza il rischio del rinvio. Conte mette le mani avanti: “Lo spirito è stato buono nelle prime quattro partite. Sono certo che lo sara’ anche domani. Ci auguriamo che il tempo possa migliorare perche’ siamo una squadra che gioca a calcio e quindi ci auguriamo che il campo sia nelle migliori condizioni”. E ancora: “Questa volta non e’ stato facile fare le convocazioni, ma chi ha lavorato a Coverciano in questa settimana lo ha fatto in modo ottimo. La squadra e’ preparata a giocare contro la Croazia, siamo pronti per questa partita. Ci sono molte defezioni a livello di infortunio, ma questo non ci deve preoccupare perche’ stiamo lavorando su una determinata idea di gioco e di sistema e sono tranquillo grazie alla disponibilita’ dei ragazzi. A prescindere di chi mancherà, entreremo in campo per fare una grande gara e per rendere orgoglioso l’intero Paese”.

Probabili formazioni 

ITALIA (3-5-2): 1 Buffon, 20 Darmian, 13 Ranocchia, 3Chiellini, 2 De Sciglio, 6 Candreva, 16 De Rossi, 8 Marchisio,23 Pasqual, 7 Zaza, 9 Immobile (12 Sirigu, 22 Perin, 4 Moretti,5 Rugani, 18 Parolo, 15 Bonaventura, 19 Bertolacci, 21 Soriano,14 El Shaarawy, 11 Cerci, 11 Pellè, 10 Giovinco). All. :Conte.

CROAZIA (4-2-3-1): 23 Subasic, 11 Srna, 5 Corluka, 21 Vida, 3Pranjic, 14 Brozovic, 10 Modric, 7 Rakitic, 18 Olic, 4 Perisic,17 Mandzukic. (12 Kalinic, 1 Vargic, 2 Vrsaljko, 15 Jedvaj, 6Lovren, 22 Leovac, 8 Halilovic, 19 Badelj, 20 Kovacic, 16Sharbini, 13 Cop, 9 Kramaric). All.: Kovac.

Arbitro: Kuipers (Ola).

Inizio ore 20,45. Diretta Tv  su RaiUno

Euro 2016

Classifica Gruppo H

               PT G  V  N  P  GF GS
Croazia        9  3  3  0  0  9   0
Italia         9  3  3  0  0  5   1
Norvegia       6  3  2  0  1  5   3
Bulgaria       3  3  1  0  2  3   4
Malta          0  3  0  0  3  0   6
Azerbaigian    0  3  0  0  3  2  10

   - Le partite da giocare, 
      
     oggi 16 novembre (ore 20.45)
 
Azerbaigian-Norvegia (ore 18)
Bulgaria-Malta
Italia-Croazia
   - 28 marzo 2015:
   Azerbaigian-Malta (18)
   Croazia-Norvegia
   Bulgaria-Italia
   - 12 giugno:
   Croazia-Italia
   Malta-Bulgaria
   Norvegia-Azerbaigian
   - 3 settembre:
   Azerbaigian-Croazia (18)
   Bulgaria-Norvegia
   Italia-Malta
   - 6 settembre:
   Malta-Azerbaigian (18)
   Norvegia-Croazia (18)
   Italia-Bulgaria
   - 10 ottobre:
   Azerbaigian-Italia (18)
   Norvegia-Malta (18.00)
   Croazia-Bulgaria
   - 13 ottobre:
   Bulgaria-Azerbaigian
   Italia-Norvegia
   Malta-Croazia

Tag:, ,

Sandro Bennucci

Sandro Bennucci

Direttore del Firenze Post
Scrivi al Direttore

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.