Sulle primarie si dovrà pronunciare, il 13 dicembre, l'assemblea regionale del partito

Regione Toscana, candidato Pd alla presidenza: Civati propone l’ex rettore di Pisa, Luciano Modica, contro Enrico Rossi

di Domenico Coviello - - Cronaca, Politica

Luciano Modica

Luciano Modica ai tempi del rettorato dell’Università di Pisa

PISA – «Ringrazio Luciano per questa avventura. Noi ci proviamo.» Con queste parole, sulla sua pagina Facebook, il coordinatore toscano dei civatiani, Filippo Gallo, lancia oggi 28 novembre la candidatura di Luciano Modica come sfidante di Enrico Rossi alle prossime probabili primarie che il Partito democratico toscano terrà per la scelta del candidato governatore alle elezioni regionali previste per la primavera 2015. Ma sulla decisione di fare le primarie Pd, in Toscana, per la presidenza della Regione, dovrà pronunciarsi l’assemblea regionale del partito, il 13 dicembre

«Cercavamo una candidatura non di bandiera in modo da aprire un dibattito vero sul governo della Toscana ….credo possa essere il candidato di tutti», chiosa intanto, sempre sul social network più seguito, Facebook, il consigliere comunale pisano civatiano, Stefano Landucci.

È da Pisa infatti, la terra di Enrico Rossi, che arriva la sfida al potere del presidente in carica. Luciano Modica, ben noto in città, è stato rettore dell’Università dal 1993 al 2002, senatore dell’Ulivo e sottosegretario all’Università nel Governo Prodi II (2006-2008). Catanese, classe 1950, si è laureato in Matematica alla Scuola Normale di Pisa, allievo del professor Ennio De Giorgi, e, appena trentenne, era già professore ordinario di Analisi matematica all’Università di Pisa. Si tratta di una personalità di prestigio internazionale che gode di stima dentro e fuori il mondo accademico. E, non è forse banale sottolinearlo, dato il suo curriculum scientifico e professionale di alto profilo, senz’altro non scende in campo contro Enrico Rossi per fare una passerella. Tanto meno corre per «partecipare» con spirito decoubertiniano.

I civatiani hanno costretto Rossi e il segretario regionale Dario Parrini a riaprire alla possibilità che si facciano le primarie tramite l’appello ad hoc fatto da Giuseppe Civati lo scorso 16 novembre, appena dodici giorni fa. Per loro, una pattuglia piccola nel partito ma che agisce con grande determinazione, c’è un solo obiettivo alle primarie: vincere.

La strada però è tutta in salita per Luciano Modica e compagni. In primo luogo dovrà essere formalmente deciso dal partito che si terranno le primarie. Lo stabilirà l’assemblea regionale, che si svolgerà il 13 dicembre allo Spazio Reale di San Donnino a Firenze, il luogo di aggregazione sociale voluto da don Giovanni Momigli, storica figura di «prete di strada» dell’arcidiocesi fiorentina, e oggi stretto collaboratore del cardinale di Firenze, Giuseppe Betori.

All’assemblea sono convocati i 512 membri, a quali si sommeranno i sindaci e 850 segretari di circolo del partito. I civatiani dovranno raccogliere, come da regola statutaria, almeno 150 firme per le primarie, pari al 30% dei membri dell’assemblea, altrimenti, in alternativa, il 15% dei 150 mila iscritti toscani al Pd, pari a ben 9 mila firme.

D’altro canto i civatiani, che hanno già chiesto ai vertici del partito regole meno rigide, potrebbero far leva su un buon argomento dialettico: Matteo Renzi stesso costrinse Pierluigi Bersani a modificare lo statuto del partito democratico per poter vedere ammessa la sua candidatura alle primarie. La sfida è difficile, in ogni caso, per i civatiani. Tuttavia non è agevole immaginare i vertici regionali del partito che si impuntano su regole e cavilli pur di escludere la possibilità che un «big» come Modica possa sfidare Rossi. Resta da capire la prossima mossa del governatore. Per lui la faccenda si complica. Da un lato le primarie possono fargli gioco per smarcarsi dall’abbraccio mortale dei renziani. Dall’altro Civati ha calato l’asso: non un candidato di bandiera ma un professionista che scende in campo per rimettere in discussione dalla A alla Z tutta la politica di Enrico Rossi.

 

Tag:, , ,

Domenico Coviello

Domenico Coviello

Giornalista
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: