La storica associazione ha 502 anni di vita

Firenze, Antica Compagnia del Paiolo: gran festa per cinque nuovi «Paiolanti d’onore». Tra questi il sindaco Nardella

di Redazione - - Cronaca, Cultura

FIRENZE – Il sindaco di Firenze Dario Nardella, la stilista Pola Cecchi, il pittore Giovanni Maranghi, la professoressa Teresita Mazzei e il dottor Paolo Del Bianco. Sono loro i nuovi «Paiolanti d’onore», entrati da ieri 13 dicembre a far parte della «Antica Compagnia del Paiolo», che nel 2012 ha compiuto 500 anni di vita.

Una cerimonia, all’insegna dell’incontro tra convivialità e cultura, che si è svolta a Villa Viviani davanti a oltre 150 persone, tra soci paiolanti e ospiti, sotto la guida del presidente dell’associazione Giuliano Borselli. Particolarmente applaudita la presenza di Narciso Parigi, anche lui membro della Compagnia.

Ecco le motivazioni del riconoscimento a ciascun nuovo insignito, lette in sala dal giornalista e scrittore Pier Francesco Listri.

Dario Nardella:«cuore napoletano e mente fiorentina, salito ad una delle più invidiabili poltrona internazionali, e successore del più giovane Presidente del Consiglio della Repubblica italiana, saprà certamente far suonare questa città bene come fa suonare il suo violino. Tutti insieme gliene facciamo i più cari auguri»

Pola Cecchi: «raccogliendo il prestigioso nome e l’opera della madre Giulia Carla Cecchi, l’indomita Pola ha proseguito, in un atelier oggi internazionale, le sue doti di originali inventiva, rivestendo la donna con caratteri inediti ed eleganti. Accanto a tutte le donne anche gli uomini del Paiolo gliene rendono onore».

Giovanni Maranghi: «pittore poeta soprattutto della donna dipinta, che riassume i molteplici suggestivi echi dell’arte europea novecentesca, Giovanni Maranghi ormai un maestro internazionalmente affermato, dalla Russia alla Francia, dall’Olanda la California, apprezzato soprattutto anche per l’originale varietà di altre sue opere dipinte. Fra tanti riconoscimenti ci auguriamo gradisca anche questo del Paiolo che ha dalla sua 500 anni»

Teresita Mazzei: «illustre docente di chemioterapia di farmacologia preclinica e clinica, la professoressa Teresita Mazzei, membro di numerose società internazionali e di enti e istituzioni volte al benessere nel campo della medicina, con applaudito talento incarna e prosegue l’eterna missione salvifica della donna»

Paolo Del Bianco: «architetto e umanista, fiorentino, cultore da sempre delle arti belle, creatore di alberghi come luoghi di accoglienza e maestro delle difficili arti del restauro, campisce l’attualità fiorentina per i tanti straordinari riconoscimenti tributati alla sua fondazione di famiglia. A lui paiolo affida di proseguire un compito raro e concreto di salvaguardia del prezioso patrimonio artistico»

L’Antica Compagnia del Paiolo è un’associazione fiorentina per la promozione culturale, con prevalenza delle arti visive. Si articola in sezioni: Arti Visive, Lettere, Scienze, Musica e Spettacolo, Amatori. Si basa sulla tradizione consolidata di una sua origine storica nel 1512, documentata dal Vasari, che nelle «Vite» scriveva: «La Compagnia del Paiolo fu fondata intorno al 1512 da Giovan Francesco Rustici, scultore e architetto fiorentino. Ne facevano parte Andrea Del Sarto, Aristotile da San Gallo, Roberto di Filippo Lippi ed altri pittori, scultori e orafi fiorentini». Tra i tanti Paiolanti d’onore contemporanei si leggono i nomi di Giovanni Spadolini, Piero Bargellini, Pietro Annigoni, Giorgio La Pira, Eugenio Giani, Andrea Della Valle. E da ieri cinque «new entry».

[SAdd]

 

Tag:,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.