Fiorentina, Tatarasanu 10 giorni di stop: Neto in porta contro il Tottenham (e a San Siro con l’Inter)

Tatarusanu: la lombalgia lo terrà lontano dalla porta per almeno due partite
Tatarusanu: la lombalgia lo terrà lontano dalla porta per almeno due partite

FIRENZE. Aveva rischiato di giocare già a Londra, poi il recupero lampo di Tatarasanu aveva scongiurato l’ipotesi. Ma stavolta non ci sono dubbi: è di nuovo il momento di Norberto Neto. Giovedì sera nell’attesissimo retour match con il Tottenham sarà il brasiliano a difendere la porta della Fiorentina.

LOMBALGIA. La certezza è arrivata oggi pomeriggio, quando la società ha comunicato l’indisponibilità del romeno con la seguente nota che certifica come Tata non sarà a disposizione neppure domenica a Milano con l’Inter: «Ciprian Tatarasanu ha manifestato, al termine della gara contro il Torino, una acutizzazione della lombalgia, già presente da alcuni giorni. In seguito agli approfondimenti radiologici ed alla consulenza neuroradiologica eseguiti sono stati programmati 10 giorni di riposo e cure del caso con successiva rivalutazione».

TIFOSI. Una pessima notizia per Montella, in primis perché ieri sera l’estremo difensore titolare della nazionale romena era stato probabilmente il migliore in campo e poi perché è tutta da capire quella che sarà l’accoglienza del popolo viola a Neto. Dopo il rifiuto di rinnovare il contratto il brasiliano è sempre stato contestato, soprattutto perché pare si sia promesso alla Juve per giugno quando sarà libero di accasarsi dove vuole. Anche se non ha più messo piede in campo, ai sostenitori viola è bastato vederlo riscaldarsi per urlargli contro di tutto: per il comune, forse, giovedì sera non sarà il caso di accoglierlo così malamente.

LISTA. Altri portieri da mandare in campo, d’altra parte, non ce ne sono: Rosati, preso a gennaio e per ora mai utilizzato, non è utilizzabile in campo europeo perché non è stato inserito in lista Uefa: in panchina andrà il numero uno della Primavera, Lezzerini. Montella, d’altra parte, aveva giurato che Neto fosse pronto anche la scorsa settimana a Londra. Vedremo.

VIGILIA. Intanto l’allenatore da oggi prepara, certo non nelle migliori condizioni, la super-sfida di giovedì sera quando al Franchi ci sarà il tutto esaurito. La lunga vigilia è di fatto già iniziata: domani c’è un altor allenamento dopo lo scarico di oggi, mercoledì 25 febbraio è in programma la rifinitura alle 12 al centro sportivo e alle 18 la conferenza stampa in cui Montella, con ogni probabilità, chiedere alla gente di tornare a sostenere Neto, almeno per una sera.

Fiorentina, Neto, Tatarasanu


Massimiliano Mugnaini

Giornalista

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080