Skip to main content

Milano, Expo 2015. L’assessore Salvadori presenta la Toscana: «Sono secoli che viviamo nel futuro»

Expo 2015, il Padiglione Italia
Expo 2015, ecco come sarà il Padiglione Italia: al suo interno lo stand della Toscana

FIRENZE – Poco più di un mese e l’esposizione universale mondiale sarà inaugurata a Milano: dal 1 maggio al 31 ottobre si svolgerà l’evento fieristico planetario – Expo 2015 – con la Toscana che vuole essere fra le regioni italiane protagoniste fin dal primo giorno.

Questo lo spirito con cui l’assessore all’Agricoltura, Gianni Salvadori, che ha la delega per le iniziative di Expo, e Silvia Burzagli di Toscana Promozione, hanno presentato oggi il logo, realizzato dall’architetto Alessandro Mendini, che servirà a identificare la Toscana all’esposizione universale.

Toscana, il logo per Expo 2015 di Milano
Toscana, il logo per Expo 2015 di Milano

Lo slogan di battaglia sarà: «Sono secoli che viviamo nel futuro», a indicare una Toscana «riconoscibile» – come spiega Gianni Salvadori – che è la «Toscana del buon vivere» e che intende mettere in evidenza la propria esperienza nel gusto per il bello e per la civiltà. In questo senso – ha ribadito in sostanza Salvadori – la «toscanità» si pone come elemento universale nel quale tutti i visitatori di Expo potranno riconoscersi.

70 MILA VISITATORI – Allo stand regionale, dal 1 al 28 maggio, all’interno di Padiglione Italia, sono previsti dai 50 mila ai 70 mila visitatori. Sarà uno stand dove il visitatore sarà condotto, grazie ad un percorso sensoriale, alla scoperta della Toscana reale. «A five minutes day»: sarà il titolo di questo percorso, che permetterà di godersi un viaggio in Toscana, della durata di un giorno, condensato in soli 5 minuti. Ma il lavoro che è stato svolto in preparazione di Expo punta soprattutto a portare in Toscana una buona parte dei visitatori attesi a Milano per Expo, visitatori che troveranno appositi percorsi turistici, ma anche percorsi business.

450 EVENTI – In Toscana nei sei mesi di Expo saranno allestiti circa 450 eventi e una apposita app da scaricare sul proprio smartphone, che rievoca il nome di Pinocchio, (appinocchio) guiderà il visitatore agli appuntamenti che preferisce. Si tratta di «un’operazione di marketing unica – ha sottolineato l’assessore  Salvadori – originale e innovativa» nella quale è compresa anche la civiltà che caratterizza la Toscana, «nella consapevolezza – ha aggiunto – che un imprenditore investe più volentieri il suo denaro in una terra che è riconosciuta come una terra di civiltà».

TOUR OPERATOR – In vista dell’inaugurazione a Milano il 1 maggio, il prossimo appuntamento Un si terrà a metà aprile con 54 tour operator e gli operatori del settore ricettivo, turistico, alberghiero. Saranno 3 giorni di confronto focalizzati sopratutto sulle aree di maggiore interesse per la Toscana: Medio Oriente, Asia e continente Nord Americano.

COSTI: 2,5 MILIONI – Infine i costi pari a 2 milioni e mezzo di euro: la partecipazione a Milano, all’Expo e fuori Expo, i 450 eventi previsti in Toscana e le iniziative già svolte, che hanno visto, fra l’altro, circa 300 studiosi e professori universitari che sono stati in Toscana e hanno partecipato a convegni e iniziative di confronto sul tema del «buon vivere toscano».

Tutte le informazioni su www.expotuscany.it

expo 2015, gianni salvadori, regione toscana


Domenico Coviello

Giornalista

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741