Il Capo dello Stato ha ricevuto 17 delegazioni

Governo: al quirinale le consultazioni di Mattarella, a Palazzo Chigi quelle di Renzi. Spunta Gentiloni

di Paolo Padoin - - Cronaca, Politica, Top News

gentiloni

ROMA – Mentre al Quirinale il presidente Sergio Mattarella continua le consultazioni ufficiali (oggi ha ricevuto ben 17 delegazioni), Matteo Renzi, tornato da Pontassieve a Palazzo Chigi, ha iniziato le sue personali consultazioni private, nella sede del governo, dalle quali dovrebbe uscire il nome di un successore  che segua pedissequamente le sue indicazioni. Il nome in pole position è quello di Paolo Gentiloni, ministro degli Esteri, che ha avuto un doppio faccia a faccia con il premier, una prima volta in mattinata e poi, sempre a Palazzo Chigi, intorno alle 18. In giornata Renzi ha incontrato anche il ministro dell’Economia, Pier Carlo Padoan e il ministro dell’Agricoltura, Maurizio Martina. A Palazzo Chigi anche la ministra delle Riforme Maria Elena Boschi e, in serata, anche il ministro della Cultura Dario Franceschini.

Ma la soluzione Gentiloni non è gradita al Movimento 5 Stelle, mentre la Lega Nord chiede il voto subito e Giorgia Meloni (FdI) ritiene giustamente che un Renzi-bis sarebbe irrispettoso della volontà degli italiani. Ma è certo che anche un governo quasi fotocopia, guidato per di più da un fedelissimo di Renzi come il ministro degli esteri, costituirebbe ugualmente, nella sostanza anche se non nella forma, un grave affronto alla volontà di 19 milioni di italiani, quanti sono quelli che hanno votato No non tanto alla costituzione quanto al governo e alla persona di Renzi. Del quale non accetterebbero neppure una replica «travestita», se Mattarella avesse l’intenzione di provarci, come avrebbe fatto intendere.

In attesa della decisione ufficiale, prevista al più tardi per lunedì, gli incontri riprenderanno domani alle 11 con Si-Sel, attesi nel pomeriggio Forza Italia con il leader Silvio Berlusconi e M5S, a chiudere il Pd per il quale saranno al Colle Luigi Zanda, Ettore Rosato, Lorenzo Guerini e Matteo Orfini. Dovrebbero essere gli incontri decisivi per consentire al Capo dello Stato di individuare una strategia per uscire da questo vero e proprio cul de sac.

Tag:, , , ,

Paolo Padoin

Paolo Padoin

già Prefetto di Firenze
Mail
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: