Un successo ottenuto al ballottaggio

Parlamento Europeo: Antonio Tajani (Ppe) nuovo presidente. Ha battuto Pittella (Socialisti) per 351 voti a 282

di Paolo Padoin - - Cronaca, Politica, Primo piano

STRASBURGO – Antonio Tajani, uomo di Fozra Italia da sempre vicinissimo a Silvio Berlusconi, è il nuovo presidente del Parlamento europeo. Era candidato per il Partito Popolare Europeo e, al ballottaggio, ha ottenuto  351 voti contro i 282 dell’avversario socialdemocratico Gianni Pittella, uomo del Pd.  Un italiano torna presidente del parlamento Ue, l’ultimo era stato Emilio Colombo 39 anni fa. Tajani prende il posto del tedesco Martin Schultz, colui che, anni fa, attaccò frontalmente Berlusconi nell’Aula europea.

Applausi, abbracci e strette di mano degli eurodeputati in aula a Strasburgo all’indirizzo di Tajani, eletto presidente del Parlamento europeo. Lungo abbraccio anche con l’avversario, il socialista Pittella che si è avvicinato per salutarlo e congratularsi. Al settimo cielo Silvio Berlusconi, che considera questo successo un segnale che potrà riverberarsi favorevolmente sull’Italia.

Non erano bastati i primi due turni di votazioni per eleggere il nuovo presidente del Parlamento Ue. A dare una spinta a Tajani è stata la decisione di Guy Verhofstadt, leader dei liberali, di ritirare la sua candidatura. La mossa dell’ex premier belga è arrivata dopo un accordo raggiunto nella notte con i popolari, che ha rilanciato la coalizione tra i due gruppi (in cambio, tra le altre cose, della conferma delle due vicepresidenze per i liberali e del ruolo di negoziatore della Brexit per Verhofstadt). Una coalizione da cui i socialisti (fino a questo punto della legislatura in maggioranza con gli altri due gruppi) sono stati esclusi: «La grande coalizione è finita», ha ripetuto questa mattina Gianni Pittella nell’Aula di Strasburgo. Il rischio per loro adesso è di finire marginalizzati in un’Europa in cui i popolari già detengono la guida del Consiglio europeo (Donald Tusk) e della Commissione (Jean-Claude Juncker).

LE REAZIONI

Tra i primi a reagire, Silvio Berlusconi, per cui «l’elezione di Antonio Tajani a Presidente del Parlamento Europeo mi riempie di gioia e di orgoglio come italiano e come Presidente di Forza Italia: ad Antonio sono legato da amicizia e affetto sin dal 1994 quando fu con me uno dei cinque fondatori di Forza Italia. Da allora il suo impegno politico è sempre stato intenso,
lineare, coerente gli elettori lo hanno confermato ben quattro volte al Parlamento Europeo»
Il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni, in un tweet ha inviato le sue «congratulazioni al nuovo presidente, finalmente un italiano alla guida di una istituzione così importante. Onore
alla battaglia leale e coraggiosa di Gianni Pittella, c’è tanto da fare per i socialisti europei». Gli ha fatto eco il ministro degli esteri Angelino Alfano, per cui «è un’ottima notizia per
l’Italia, per i popolari europei e anche per quelli italiani. Farà un ottimo lavoro».

In Europa i primi a reagire sono stati il presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker («Lavoriamo insieme da domani per un’Europa migliore»), e il ministro degli esteri
tedesco Frank Walter Steinmeier, secondo cui «con la sua esperienza nella politica europea, come membro per molti anni del Parlamento europeo e della Commissione, Tajani ha i
requisiti per guidare il Parlamento in tempi difficili».

Tag:, , ,

Paolo Padoin

Paolo Padoin

già Prefetto di Firenze
Mail
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: