Livorno: tunisino arrestato dai carabinieri. Accusato di rapina impropria

LIVORNO – Un tunisino di 34 anni è stato arrestato ieri dai carabinieri di Livorno per rapina impropria dopo che, sorpreso a rubare un giubbotto in un negozio del centro, ha colpito con un pugno al volto un commesso e poi è fuggito. E’ successo in un negozio di marca in via Grande. Eluso l’antitaccheggio il tunisino ha tentato di passare inosservato indossando il giubbotto sotto gli altri abiti ma il furto non è sfuggito a uno dei dipendenti il cui invito rivolto all’uomo di restituire il capo ha sortito, come risposta, soltanto un pugno in pieno volto.

La scena però non è sfuggita ad una pattuglia dei carabinieri che da giorni, anche in virtù di segnalazioni di altri commercianti della zona, stanno conducendo una serie di servizi preventivi: il magrebino, infatti, dopo un breve inseguimento, è stato bloccato ed arrestato. Condotto in carcere, dovrà adesso difendersi dall’accusa di rapina impropria.

arrestato, carabinieri, furto, magrebino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080