Inaugurazione fra le polemiche

Al via «Firenze Libro Aperto», tre giorni di eventi intorno all’editoria nel Padiglione Spadolini alla Fortezza

di Roberta Manetti - - Cronaca, Cultura

Stampa Stampa

FIRENZE – Parte venerdì 17 febbraio alle 10 la prima edizione di «Firenze Libro Aperto», un’iniziativa dedicata all’editoria e ai suoi protagonisti che si terrà fino al 19 febbraio alla Fortezza da Basso, Padiglione Spadolini. A scaldare gli animi, un incidente di percorso che coi libri ha a che vedere fino a un certo punto: l’organizzazione ha invitato i rappresentanti dei principali partiti politici italiani (PD, Il Popolo delle Libertà, Movimento 5 Stelle, Lega Nord) per un incontro sulle preferenze culturali e letterarie dei leader politici, ma ha risposto soltanto Matteo Salvini, che ha un libro recente da promuovere. L’incontro sarà venerdì 17 alle 11; alla diffuzione della notizia non sono mancate le reazioni negative, comprendenti l’invito ad annullarlo da parte di uno degli espositori.

A parte questo dettaglio quasi folkloristico e che forse sarebbe stato meglio evitare (ma ora che l’invito è partito ed è stato accettato, accogliere l’ospite è doveroso), «Firenze Libro Aperto» si propone di riportare una panoramica sulla complessa filiera dell’editoria che manca in città dagli anni Trenta, un contributo per dare nuovo impulso al mercato librario, instaurare un rapporto più diretto con il pubblico dei lettori ed avvicinarlo alla lettura con una visione ad ampio raggio. Non solo un salone ma anche un festival, un momento di incontri per rispondere al grande interrogativo e tema conduttore della kermesse “Le parole non bastano più?”, analizzando i mutamenti del linguaggio, in relazione ai continui cambiamenti sociali e ai fenomeni di globalizzazione, e di partecipazione, con laboratori, concerti e mostre.

Circa 150 le case editrici che parteciperanno: ci saranno stand Giunti, Olschki, Il Castoro, Einaudi, Marcos y Marcos, Mandragora, Polistampa, Franco Maria Ricci, Sillabe, Panini, Ediciclo, Gallucci, Franco Cesati, Federighi e altre; presenteranno alcuno loro autori Mondadori (Mauro Corona, Federica Bosco), Feltrinelli (Pietro Grossi, Alice Basso), Longanesi (Alessia Gazzola), La Nave di Teseo (Tahar Ben Jelloun), Guanda (Gianni Biondillo, Anna Maria Falchi), Bompiani (Filippo La Porta).

Un centinaio gli ospiti, tra cui, oltre quelli già citati, il texano Joe R. Landsdale, Diego De Silva, Carlo Lucarelli, Andrea De Carlo, Federico Palmaroli, Marco Vichi; personaggi della cultura come lo storico Franco Cardini, lo psichiatra e sociologo Paolo Crepet, e dello spettacolo: Vinicio Capossela, Morgan, Dolcenera, Serena Dandini, Paolo Hendel, Ginevra Di Marco e David Riondino.

Il tema “Le parole non bastano più?” sarà ripreso sabato 18 alle 15 dall’incontro coi linguisti cruscanti Francesco Sabatini e Nicoletta Maraschio e il filologo Domenico De Martino, sul ruolo della parola scritta e sulla sua capacità di influire o meno sulla formazione e conoscenza del lettore.

Saranno organizzati, inoltre, approfondimenti sul valore sociale della letteratura, con un focus venerdì 17 alle 11 che delineerà i nuovi sviluppi dei corsi di scrittura con Divier Nelli e Enzo Fileno Carabba, mentre sabato 18 alle 12 il filosofo Alfonso Maurizio Iacono sottolineerà l’importanza della scrittura nella riabilitazione dei detenuti.

Venerdì e sabato dopo le 21,00 si terranno eventi tra cui venerdì 17 e sabato 18 alle 21,15 Quaderni, realizzato in collaborazione con il Teatro della Pergola, una selezione di racconti, introdotti dallo scrittore Marco Vichi e letti dall’attore Lorenzo degl’Innocenti, venerdì 17 alle 22 concerto di Endless Harmony e a seguire The Big Blue House (vincitore edizione 2016 del Pistoia Blues Next Generation), e alle 23 esibizione piano e voce di Morgan insieme alla pianista Gile Bae, per concludere con Dj set rock con DJ Sleepy, sabato 18 alle 22 Ginevra Di Marco canta Mercedes Sosa Forrò Mior, seguita dal concerto piano e voce di Dolcenera dalle 23; mentre l’Happy Hour letterario permetterà l’acquisto di due libri tascabili al prezzo di uno.

Lo Spazio Ragazzi, curato da Teresa Porcella e gestito dall’associazione Scioglilibro, con appuntamenti dedicati anche a genitori, insegnanti, bibliotecari e operatori del settore, ospiterà per tutti i giorni del Festival alcuni importanti autori come lo psicoterapeuta Domenico Barillà, Patrizia Rinaldi, premio Andersen 2016 come miglior autrice italiana, Fabio Geda, Luisa Mattia, Janna Carioli, Nadia Terranova, Anna Sarfatti, Federico Taddia, Carlo Carzan, Sara Marconi, Zita Dazzi, Grazi Gotti, Simona Dolce, Alberto Masala. Particolare attenzione è stata data al settore dell’illustrazione con moltissimi ospiti, tra cui l’illustratore catalano Pep Montserrat che sabato 18 alle 16 presenterà in anteprima in Italia il suo Pinocchio (Combel) e dialogherà sul tema dell’illustrazione dei classici con Gek Tessaro, vincitore nel 2010 del Premio Andersen italiano come miglior artista completo, e Alessio D’Uva, ideatore e direttore editoriale della Kleiner Flug; Otto Gabos, Tuono Pettinato, Arianna Papini, Gianni De Conno, Sophie Fatus, Fuad Aziz, Simone Frasca.

Domenica 19 alle 11,00 un omaggio al compositore italiano Pietro Mascagni sarà la presentazione del libro “Pietro Mascagni e le sue opere” (Sillabe Editore) di Fulvio Venturi e la proiezione del Docufilm “Pietro Mascagni. Una vita per la musica” che le pronipoti di Mascagni regaleranno al pubblico del festival.

Tendenzialmente non ci sarà settore contemporaneo lasciato scoperto. Inoltre, sarà assegnato il Premio Book-Trailer Firenze Libro Aperto al videomakers che ha realizzato il migliore videoclip per la promozione di un libro, giocando con immagini, musica e parole.

 Un discorso a sé, meritano gli spettacoli delle 19. Si parte venerdì 17  con Viola cantora, omaggio a Violeta Parra nei 100 anni dalla nascita e 50 dalla morte, con Teresa Porcella, Gianni Cammilli e Andrea Laschi, passando per Il cuore di Chisciotte di Sabato 18 alle 19 con Gek Tessaro, per arrivare domenica 19 a Non insegnate ai bambini, con Letizia Fuochi, Silvia Conti e Frank Cusumano, a partire dal Libro omonimo di CAtrhusia che ha trasformato la nota canzone di Gaber in un albo illustrato bellissimo che ci racconteranno gli illustratori e l’editrice, Patrizia Zerbi, domenica alle 18, poco prima del concerto. Infine, il concerto  La famiglia Roccarolla, domenica 19 alle 12 con Marco Morandi e Matteo Giannetti.

Prezzi:

Venerdì 17 Febbraio e Domenica 19: ingresso entro le ore 13: euro 7 (sconto tessera coop: euro 5)
Dopo le ore 13: euro 10 (tessera coop: euro 8)

Sabato 18 Febbraio: Euro 10 (sconto tessera coop: euro 8)

Bambini fino a 11 anni: ingresso gratuito
Ragazzi da 12 anni a 17 anni: ingresso 5 euro

Abbonamento per i tre giorni: 20 euro (tessera coop: 18 euro)

Il biglietto d’ingresso dà diritto a partecipare al Festival per l’intero giorno, compresi i concerti serali. Biglietti disponibili online su www.boxoffice.it e in ogni punto boxoffice in prevendita (presso quasi tutte le coop c’è un punto boxoffice). Il biglietto potrà essere acquistato anche il giorno stesso alla Fortezza dal Basso.

Programma completo su www.firenzelibroaperto.it

Tag:, , , , ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.