Due consiglieri pd chiedono di attribuire un riconoscimento

Firenze, regione: senegalese fece da scudo umano a bimbo ferito in Piazza San Carlo a Torino

di Redazione - - Cronaca, Politica

Stampa Stampa

FIRENZE – Un riconoscimento del Consiglio regionale per il giovane senegalese che vive a Fucecchio e che la sera della finale di Champions in piazza San Carlo, ha fatto da scudo umano al piccolo Kelvin di sette anni, contenendo la pressione della folla. A chiederlo sono i consiglieri regionali Pd Monia Monni e Francesco Gazzetti. Ci sono gesti che ci riconciliano immediatamente con i valori più veri e profondi della nostra terra – sottolineano in una nota -, valori quali la solidarietà, il coraggio, l’aiuto ed il soccorso ai più deboli. Valori che in questa epoca di terrore e paure qualcuno vorrebbe annichilire ed azzerare e che invece trovano nuova linfa dal comportamento di persone che non scelgono di essere eroi ma che, in maniera ancora più rivoluzionaria, scelgono di restare umani. Ecco perché – dicono i due consiglieri – vogliamo dire grazie a Isak, il ragazzo nato in Senegal ma residente a Fucecchio, che , nella drammatica notte di Torino non ha esitato un secondo a fare da scudo al piccolo Kelvin che senza il suo aiuto sarebbe stato calpestato dalla folla impazzita. Ed è per questo che chiediamo al presidente del Consiglio regionale di assegnare ad Isak il massimo riconoscimento possibile, simbolo della gratitudine di una Toscana che in lui si riconosce con orgoglio, concludono.

 

Tag:, , , , ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.