Scomparso per un brutto male a soli 63 anni

Firenze: il mondo della musica piange la scomparsa di David Bellugi

di Roberta Manetti - - Cronaca, Cultura, Top News

Stampa Stampa

David Bellugi

FIRENZE – È scomparso prematuramente oggi il Maestro David Bellugi, autentico fuoriclasse del flauto, strumento del quale dal 1979 deteneva la cattedra al Conservatorio Luigi Cherubini di Firenze.

L’ultimo concerto, in uno stato di salute ormai molto precario, lo ha tenuto col fisarmonicista Ivano Battiston lo scorso 28 maggio. È morto a soli 63 anni, come il primo violino dell’ORT Andrea Tacchi scomparso lo scorso settembre.

David Bellugi era figlio del direttore d’orchestra Piero Bellugi, del quale era prevista al Conservatorio una commemorazione il 10 giugno, nel quinto anniversario della scomparsa. Sarà lo stesso giorno in cui sarà allestita la camera ardente per il figlio David, nella sede distaccata del Conservatorio Cherubini a Villa Favard.  Alle 12 ci sarà una cerimonia laica.

Nato negli USA, David Bellugi era diplomato in musicologia applicata all’Università della California-San Diego e aveva proseguito le sue ricerche sulla prassi della musica antica a Parigi. Lo si è ascoltato come solista, da quandera giovanissimo, con molte orchestre (ORT, Radio France-Parigi e Lille, Radio della Svizzera Italiana-Lugano, Pomeriggi Musicali-Milano, Orchestra da Camera di Padova, RAI-Torino e Harvard University e altre compagini di prestigio). Concertista di levatura internazionale, hanno scritto per lui compositori come Berio, D’Angelo, De Angelis, Khacheh, Luciani, Porena, Prosperi, Viozzi

Tag:, , ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.