Cosa fare di giorno e di sera

Week End 10-11 giugno a Firenze e in Toscana: calcio storico (sabato Rossi-Verdi, domenica Azzurri-Bianchi), spettacoli, mostre

di Roberta Manetti - - Cronaca, Cultura, Sport, Top News

Stampa Stampa

Sabato 10 e domenica 11 semifinali del Calcio Storico in Piazza Santa Croce

FIRENZE

Calcio storico – In Piazza Santa Croce sabato 10 alle 17 prima semifinale fra Rossi di Santa Maria Novella e Verdi di San Giovanni e domenica 11 tra Bianchi di Santo Spirito e Azzurri di Santa Croce.

La Congiura di Ortolani – All’Opera di Firenze / Teatro del Maggio Musicale Fiorentino (Piazzale Vittorio Gui) sabato 10 e domenica 11 alle 20.30 va in scena l’opera-musical «La congiura, Firenze 1478» di Riz Ortolani, in una versione integrale non ancora presentata al pubblico. La congiura è, naturalmente, quella capeggiata nel 1478 da Franceschino de’ Pazzi, nella quale il giovane Giuliano perse la vita, mentre Lorenzo si salvò per un soffio. Musiche: Riz Ortolani. Libretto: Riz Ortolani e Ugo Chiti. Liriche: Lorenzo Raggi e Mae Kroville. Regia e direzione artistica: Sandro Querci; coreografie: Fabrizio Angelini; direttore musicale: Roberto Gori; costumi: Stefano Nicolao; direzione scenografia e allestimenti: Leonardo Bonechi; assistenti alla regia: Giuseppe di Falco, Letizia Cirri, Giulia Bonuccelli; assistente alla coreografia: Daniela Gorella. Lorenzo il Magnifico: Luca Maggiore; Franceschino de’ Pazzi: Sandro Querci; Giuliano il Principe: Luca Giacomelli Ferrarini; Fioretta: Francesca Colapietro; Cencia: Silvia Querci; Pico della Mirandola: Cristian Ruiz; Fra’ Arlotto: Fabrizio Checcacci; Il poeta Pulci: Gabriele de Guglielmo; Jacopo de’ Pazzi: Marcopaolo Turci; Lucrezia: Elena Talenti; Clara: Serena Carradori. Biglietti da 15 a 30 euro (euro 10 c0on Maggio Card) in vendita anche online

Calcio storico – In Piazza Santa Croce sabato 10 alle 17 prima semifinale fra Rossi di Santa Maria Novella e Verdi di San Giovanni e domenica 11 tra Bianchi di Santo Spirito e Azzurri di Santa Croce.

Villa medicea della Petraia

L’ORT alla Petraia – Per la rassegna «Ville e Giardini incantati» l’Orchestra della Toscana (ORT) sabato 10 alle 21.30 presenta alla Villa La Petraia (Via della Petraia, 40) un concerto che mette in luce le doti di una delle prime parti dell’Orchestra, il violoncellista Augusto Gasbarri, solista nel Secondo Concerto in re maggiore di Haydn. Sul podio il torinese Luca Guglielmi, classe 1977, artista molto apprezzato per le sue interpretazioni “storicamente informate” della musica di tutti i periodi, per il vasto repertorio e per il suo grande interesse verso lo studio e l’applicazione pratica della fenomenologia della musica. Completano il programma le prime sinfonie di Mozart (K.16) e di Beethoven (op.36).

manifattura tabacchi bluTempo Reale per Secret Florence – Torna dal 10 al 16 giugno il progetto speciale dell’Estate Fiorentina Secret Florence, inaugurato nel 2016 grazie al sostegno di Comune di Firenze e Pitti Immagine. Sabato 10 giugno (ore 17 e 19.30) inaugura Secret Florence la prima toscana dell’opera realizzata da Tempo Reale in coproduzione con la Biennale di Venezia, Symphony Device, un concerto dove macchine, dispositivi e apparecchi quotidiani: tv, hard disk, stampanti, scanner, frullatori e aspirapolvere prendono una nuova vita sonora creando un ensemble senza esseri umani, reinterpretando uno spazio emblema dell’archeologia industriale a Firenze, l’ex Manifattura Tabacchi (via delle Cascine, 33-35).

Festival del Viaggio – Sabato 10 e Domenica 11 ultimi due giorni di eventi per il Festival del Viaggio 2017. Sabato 10 alle 18 al Museo Novecento (piazza Santa Maria Novella) «Viaggio in carne e ossa. Un racconto sul mondo ad personam», con Martino Baldi, Athos Bigongiali, Bruno Casini, Fabrizio Parrini, Paolo Ciampi, Guia Rossignoli, Andrea Ulivi. Domenica 11 alle 11.30 in piazza Filippo Mazzei (Parco Le Cascine) la Scalzeggiata, passeggiata a piedi nudi  da Casa dell’Arno al Monumento all’Indiano e ritorno. Prenotazione obbligatoria a viaggi@festivaldelviaggio.it

Requiem gratis in Ognissanti – Sabato 10 alle 21 alla Chiesa di Ognissanti (Borgo Ognissanti, 42) Requiem di Gabriel Fauré diretto dal Maestro John Dickson con la partecipazione di 5 cori per un totale di 140 coristi provenienti dagli Stati Uniti. Il concerto fa parte di un ciclo di eventi, rassegne e festival di musica sacra e classica, annualmente organizzati da Musica che Passione. L’ingresso è libero e gratuito fino ad esaurimento dei posti disponibili.

Due pianoforti con Toscana classica – Giulia Rossini e Giuseppe Andaloro sono i solisti dei due concerti dell’Orchestra di Toscana Classica in programma domenica 11 e lunedì 12 giugno alle 21 all’Auditorium di Santo Stefano al Ponte, sotto la guida del direttore Marco Alibrando. Il doppio appuntamento è dedicato a Wolfgang Amadeus Mozart e vede in primo piano il “Concerto per due pianoforti e orchestra K 365” e il “Concerto per pianoforti e orchestra K 242, Lodron”, chiudono le serate la “Sinfonia n. 33 in si bemolle maggiore K 319”. Biglietto intero 20 euro. Biglietto ridotto a 15euro per studenti (muniti di tesserino) e over 65 (muniti di un documento). Ai titolari della “Firenze Card” del Comune di Firenze è riservato uno sconto del 15% (o tre biglietti al prezzo di due).  I biglietti in prevendita attraverso il circuito Box Office (www.boxol.it tel 055.210804) o presso le sedi degli spettacoli nei giorni dei concerti, dalle ore 10 alle 13 e dalle 15 alle 21. Per informazioni e prenotazioni si può contattare la segreteria di Toscana Classica, tel 055.783374 – 340.3944830 – www.toscanaclassica.com.

Spazi estivi – Al Parco dell’Anconella, area Barchetto (via Villamagna 39/d.) sabato 10 giugno alle 21.30 King of The Opera in concerto in concerto, secondo appuntamento con la rassegna Firenze Suona. Ingresso gratuito. Al Fiorino sull’Arno (Lungarno Pecori Giraldi – Ponte San Niccolò) sabato 10 giugno alle 21.30 Le corde di metallo dell’arpa di Stefano Corsi che vibrano insieme alle ance di bronzo dell’armonica con i suoni lunghi e i ritmi intensi della chitarra di Paolo Lamuraglia (nella foto). Stefano Corsi è uno dei membri fondatori dello storico gruppo di musica irlandese Whisky Trail con cui, oltre a incidere 15 dischi, ha tenuto centinaia di concerti in Italia e all’estero, alternando l’attività del gruppo con quella da solista. Domenica 11 dalle 21 Milonga a cura di Tango Florido. Ingresso libero. All’Off Bar alla Fortezza da Basso (Lago dei cigni) sabato 10 alle 22 .

Lo stile galante al Conservatorio – Ultimo appuntamento per la rassegna Vetrina di Libri 2016-2017 a cura di Anna Menichetti 
con interventi musicali di docenti e studenti del Conservatorio “Cherubini”, a cura di Donata Bertoldi. 
Sabato 10 giugno alle 11 nella Sala del Buonumore
 (Piazza delle Belle Arti 2) si presenta «La musica nello stile galante» di Robert Gjerdingen, Roma, Astrolabio, 2016. Seguirà un concerto a cura della classe di chitarra del Prof. Francesco Cuoghi e della classe di pianoforte della prof.ssa Maria Teresa Carunchio

. Musiche di Mauro Giuliani e Domenico Scarlatti. Ingresso libero.

Mille e una Callas – Da Dischi Fenice (via Santa Reparata 8b) sabato 10 alle 18 presentazione del libro «Mille e una Callas» con interventi di Jacopo Pellegrini (uno degli autori) e del critico musicale de La Nazione Giuseppe Rossi. A seguire rinfresco e brindisi per il 24° compleanno di Dischi Fenice. Ingresso libero.

Jazz alla Compagnia – Domenica 11 giugno alle 20.30 continua Fuori Jazz, la rassegna che porta 10 serate di musica live nella caffetteria del cinema La Compagnia (via Cavour 50/r), in collaborazione con Music Pool e Ditta Artigianale al Cinema. Protagonista di questo secondo appuntamento sarà il sassofonista Daniele Malvisi, direttore artistico del festival Valdarno Jazz. Insieme a lui Simone Basile alla chitarra, Michelangelo Scandroglio al contrabbasso e Bernardo Dori alla batteria si esibiranno in rivisitazioni degli standard jazz più amati (ingresso libero).  Info e prenotazioni: 055 2741541.

Festa brasiliana – Sabato 10 dalle 14.30 a mezzanotte in Piazza Ugo di Toscana (Polo universitario di Novoli) 3° edizione della festa junina brasiliana organizzata dalla casa del Brasile a Firenze. Tipica festa brasiliana, con musica e attrazioni. Bande, forró. Cibi e bevande tipiche del Brasile.

Notai in festa con Sgarbi – Da venerdì 9 a domenica 11 giugno a Firenze si terrà l’edizione 2017 del “Festival NotarAct”, ospite Vittorio Sgarbi che sabato 10 alle 22 presenterà il suo ultimo libro dedicato alla pittura del Seicento italiano al Museo Stibbert (Via Federigo Stibbert, 26); domenica 11 giugno, alle 9 al Parco delle Cascine, è in programma una corsa non competitiva  di 5 km e una competitiva di 10 km in collaborazione con il Club Sportivo Fiorentino e con la partecipazione del SAP e della palestra Klab di Firenze; il ricavato sarà devoluto in beneficenza alla Onlus “Progetto Villa Lorenzi”.

Toscana Pride Park – Alla Limonaia di Viulla Strozzi (via Pisana 77) sabato 10 parte il Toscana Pride Park, mese di eventi a tema gay. Tutto grastis salvo il venerdì e il sabato sera. www.pridepark.it

Mostre – A Palazzo Strozzi dal 10 marzo al 23 luglio 2017 c’è «Bill Viola. Rinascimento elettronico». Una mostra che celebra il maestro statunitense della videoarte contemporanea in dialogo con i capolavori del Rinascimento. Una selezione di 26 opere, dalle prime sperimentazioni degli anni Settanta fino alle grandi installazioni successive al Duemila. Tutti i giorni inclusi i festivi 10-20. Giovedì: 10-23

Dopo Klimt, tocca a Leonardo, con la mostra-installazione «Da Vinci Experience», sorta di story telling per immagini dell’universo di Leonardo Da Vinci, ottenuta grazie alle multiproiezioni in video mapping, su nove grandi schermi e sulle architetture della navata di Santo Stefano al Ponte, di centinaia di immagini digitalizzate ad alta definizione, d’inserti video in full HD; sul tutto, una colonna sonora diffusa a 360° in Dolby surround. Fino a domenica 8 ottobre 2017.

Una selezione di pietre lavorate appartenute alla famiglia Medici, affiancata da un’esposizione di minerali naturali di rara bellezza provenienti dall’Italia e da tutto il mondo, è in mostra al Museo di Storia naturale dell’Università di Firenze, meglio noto come La Specola (via Romana, 17 Firenze – 1° piano). La mostra si intitola «Mineraliter. Pietre mirabili tra Medici e Natura» e resterà aperta fino al 31 dicembre. Il percorso ha inizio dalle origini del collezionismo rinascimentale per giungere  a mostrare la ricchezza scientifica ed estetica delle attuali collezioni mineralogiche del Museo. È esposta una selezione della collezione di pietre lavorate (coppe, vasi, oggetti ornamentali), per la maggior parte proveniente dal cosiddetto Tesoro dei Medici. La passione per l’arte dell’incisione di gemme e pietre dure, infatti, caratterizzò sempre la celebre dinastia, a cui si deve – per iniziativa di Ferdinando I – la fondazione dell’Opificio delle Pietre Dure nel 1588. Nell’esposizione alla Specola, fra gli altri preziosi oggetti, due coppe in diaspro e una coppa in giada nefrite appartenute a Lorenzo il Magnifico, come riporta l’incisione Laurmed. Ma anche la tazza in lapislazzuli a forma di conchiglia, citata dal Vasari, acquistata da Cosimo I nel 1563 dal celebre lapicida milanese Gasparo Miseroni o lo straordinario vaso a navicella in quarzo ialino, scavato e lavorato da un unico blocco, di manifattura fiorentina della fine del XVI secolo. Alcuni oggetti risalgono invece all’epoca lorenese, come la tabacchiera in malachite, montata in  oro, di manifattura spagnola, probabile dono per le nozze di Pietro Leopoldo di Lorena con Maria Luisa di Borbone. Orario: fino al 31 maggio da mart a dom. 9.30-16.30. Dal 1° giugno 10.30-17.30. € 6/3. Il biglietto comprende anche la visita alla Collezione Zoologica al 2° piano. Info e visite guidate: 055 2756444.

A Villa Bardini (Costa S. Giorgio, 2) dal 14 aprile al 9 luglio c’è «Nero su Nero. Da Fontana e Kounellis a Galliani». Curata da Vera Agosti, la mostra è una riflessione sull’uso del nero nella pittura e nella scultura italiana attraverso una selezione di 31 lavori di maestri rappresentativi dei principali momenti della storia dell’arte contemporanea italiana: lo Spazialismo con 5 tagli neri di Lucio Fontana e un’opera di Paolo Scheggi; l’Informale con un Catrame di Alberto Burri e un raffinato piatto; il Concettuale con Vincenzo Agnetti; l’Arte Povera con una grande scultura di Mario Ceroli e un lavoro di Jannis Kounellis. Spazio anche alla moda con il nero di Capucci in dialogo con tre lavori di Alberto Burri. E ancora, la Pop Art con quattro tele di Tano Festa e Franco Angeli, la Transavanguardia con il dipinto “La Monaca” di Enzo Cucchi; esposte inoltre opere di personalità singolari come Gino De Domincis e Nunzio; il gruppo degli Anacronisti e il Magico Primario è rappresentato da Omar Galliani.

Al Museo Stibbert (Via Federigo Stibbert, 26) fino al 10 settembre c’è la mostra «Robot fever: il samurai nell’era dei chogokin». Ingresso 8 euro.

Alla Galleria Santo Ficara (Via Ghibellina 164r) «PitturaBL.R.G.+B», personale di Pino Pinelli curata da Luca Beatrice che riunisce una selezione di opere realizzate principalmente con i colori primari, sia di grandi dimensioni come la disseminazione Pittura BL.R.G. (2010) di 45 elementi, sia di misure più contenute, che delineano in maniera significativa la ricerca di Pinelli dell’ultimo decennio. Fino al 30 luglio.

Fino al 1 ottobre c’è la mostra Ytalia, energia pensiero bellezza, promossa dal Comune di Firenze, organizzata da MUS.E e curata da Sergio Risaliti. Oltre cento opere alcuni dei maggiori artisti italiani del nostro tempo (Mario Merz, Giovanni Anselmo, Jannis Kounellis, Luciano Fabro, Giulio Paolini, Alighiero Boetti, Remo Salvadori, Gino De Dominicis, Mimmo Paladino, Marco Bagnoli, Nunzio, Domenico Bianchi) esposte al Forte di Belvedere (ingresso 3 euro) e in alcuni luoghi-simbolo della città (Palazzo Vecchio, Galleria delle Statue e delle Pitture degli Uffizi, Galleria Palatina, Galleria d’Arte Moderna di Palazzo Pitti, Giardino di Boboli, Complesso monumentale di Santa Croce, Museo Marino Marini, Museo Novecento).

SESTO FIORENTINO

Sabato 10 giugno dalle ore 21.15 all’Istituto Ernesto De Martino (Villa  San Lorenzo al Prato) c’è W margherita (festa di compleanno in ricordo di Margherita Hack). Proiezione del film documentario “L’anima della terra vista dalle stelle” (spettacolo che Ginevra De Marco e Margherita Hack hanno portato nelle più belle location italiane per 4 anni) e performance artistica con Francesco Magnelli, Ginevra Di Marco, Andrea Salvadori, Marzio Del Testa e Tommaso Novi (Gatti Mezzi), Peppe Voltarelli, Riccardo Tesi e altri ospiti a sorpresa.

INCISA VALDARNO (FI)

In Piazzale Lucrezia Mazzanti sabato 10 dalle 19 Portaci la nonna Live Festival organizzato dall’Associazione Portaci la nonna e dalla proloco. Pop e rock dal vivo fino a notte fonda; i matusa sono avvisati.

TAVARNUZZE (FI)

Per «Tavarnuzze al castello», 4° edizione, la Pro Loco Tavarnuzze ripropone i due fine settimana tra Rievocazione e Palio dei Rioni. Il 10 e 11 giugno dalle ore 11 sulla Vallombrosina (nei pressi di Impruneta) si rievocano le battaglie tra esercito fiorentino e esercito di Montebuoni e si visita il villaggio sotto assedio, con lezioni su preparazione dei cibi medievali, tecnica della tessitura di un arazzo, uso delle erbe mediche e magiche etc. Attivo il servizio navetta, con partenza dal campo sportivo di Tavarnuzze e da Piazza Don Chellini.

CERTALDO (FI)

Sabato 10 a Certaldo Alto rievocazione di una cena medievale con manicaretti d’epoca, piatti di coccio e posateria in legno (che saranno poi dati in omaggio ai commensali. Le pietanze saranno servite da 80 ragazzi e ragazze vestiti in costumi medievali. Nell’intervallo tra le varie portate vi saranno spettacoli di duelli di spada, mangiatori di fuoco, trampolieri a cura della Compagnia del Drago Nero, gruppo spettacolare di Certaldo ormai conosciuto in tutta Italia. Al termine della cena spettacolo pirotecnico sullo sfondo di Palazzo Petrorio. Costo 39 euro; prenotazione obbligatoria 335 6988480.

CORTONA (AR)

In Piazza Signorelli sabato 10 alle 21.15 si rievoca il Matrimonio tra Francesco Casali e Antonia Salimbeni. Alle 22 sale la tensione con la Tratta delle verrette con cui si stabilisce l’ordine di tiro della Giostra dell’Archidado. Domenica 11 giugno alle 16 c’è la giostra con la sfida tra i balestrieri dei rioni che cercano di colpire il centro dei bersaglio; vince chi dopo due tornate di tiro, ha raggiunto il punteggio più alto. La sera alle 20 cena medievale in costume per festeggiare.

SAN QUIRICO D’ORCIA (SI)

Dal 9 all’11 giugno nella piazzetta di Porta Nuova 16ª edizione de Il Bianco e l’Azzurro la festa medievale organizzata dal Quartiere di Canneti. Sabato 10  alle 18 in Piazza della Libertà e Piazzetta di Porta Nuova Piccoli Draghetti crescono, esibizione dei giovani alfieri, tamburini ed arcieri dei Canneti. Dalle 20 Cena medievale con delitto (prenotazione 347.0535635), dal titolo L’ombra del patibolo. Domenica 11 Bandiere in piazza alle 16.30 con il corteo ed esibizioni gruppi biancazzurri; gran finale (dalle 19.45) con la cena tipica valdorciana.

 

Tag:, , , ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.