Skip to main content

Arezzo, udienza davanti al gup per Banca Etruria: protesta dei risparmiatori, al grido «ladri, ladri»

AREZZO – Protesta rumorosa dei risparmiatori al tribunale di Arezzo per l’udienza preliminare davanti al gup Giampiero Borraccia per la bancarotta di Banca Etruria. Arrivati da tutta la Toscana ma anche dal Lazio, i risparmiatori divisi in due comitati Vittime Salvabanche e Azzerati, hanno inscenato una manifestazione pacifica ma con slogan forti contro l’ex presidente del consiglio Renzi e i suoi collaboratori e contro la banca. Al grido di «ladri, ladri» i risparmiatori hanno piantonato il tribunale peraltro blindato da un ingente numero di agenti di polizia e carabinieri. Sul banco del gup oltre 2.500 richieste di costituzione di parti civili. Tra loro anche il comune di Arezzo come annunciato questa mattina dal sindaco Alessandro Ghinelli.
L’udienza si è aperta alle 10 per chiudersi poco dopo, mentre fuori continuava la protesta dei risparmiatori. Il giudice ha annunciato le date delle prossime udienze: la prima, il 12 ottobre 2017, sarà interamente dedicata alle parti civili. Altri 4 appuntamenti sono già stati fissati per il mese di novembre e gennaio 2018. Quando gli avvocati sono usciti dall’aula anche i manifestanti hanno terminato la loro protesta.

arezzo, Banca Etruria, bancarotta, risparmiatori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741