Toscana, trasporto pubblico locale: la giunta regionale decide di affidare provvisoriamente il servizio al vecchio gestore

FIRENZE – Il servizio di trasporto pubblico locale potrebbe essere affidato direttamente agli attuali gestori. E’ questa la soluzione individuata dalla Regione Toscana in attesa che sia la Corte di giustizia dell’Unione europea a pronunciarsi sull’esito della gara per il gestore unico e sulla sua aggiudicazione. I tempi per il pronunciamento dell’istituzione di Lussemburgo potrebbero arrivare anche a due anni. Occorreva quindi trovare una soluzione transitoria.

E’ per presentare il percorso individuato che il presidente della Regione, Enrico Rossi e l’assessore regionale ai trasporti, Vincenzo Ceccarelli, hanno convocato a Palazzo Sacrati Strozzi i rappresentanti dei Comuni capoluogo e delle province toscane. L’unica strada da intraprendere in alternativa all’attuale regime degli obblighi di servizio è giudicata quella dell’affidamento diretto e in via d’urgenza agli attuali gestori che si occupano del trasporto pubblico locale su tutto il territorio regionale. Il percorso prevede la costituzione di un unico soggetto, con il quale la Regione stipulerà un unico contratto della durata di due anni, così da consentire la prosecuzione del servizio, anticipando alcuni effetti contenuti nelle offerte di gara.

Soluzione ponte, dovuta alle difficoltà di portare a termine procedure regolari.

affidamento, gara, regione, tpl

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080