L'accertamento della polizia municipale

Prato: cinese chiede residenza con carta d’identità falsa. Denunciata

di Redazione - - Cronaca

PRATO – All’anagrafe aveva mostrato una carta d’identità apparentemente rilasciata da un comune del Sud
Italia. Dai riscontri effettuati però, la donna, una cinese di 43 anni, con regolare permesso di soggiorno, non risultava mai essere stata residente in quel Comune e quindi l’anagrafe di Prato ha segnalato l’anomalia alla Polizia Municipale.

Stamani, 29 luglio, una pattuglia della Investigativa si è presentata presso l’abitazione e, fingendo di verificare la pratica di residenza ha preso visione del documento, trovando conferma della sua falsità. La cinese è stata quindi accompagnata al Comando di Piazza Macelli per la completa identificazione, possibile perché la donna era in possesso
sia di passaporto che di permesso di soggiorno italiano.

La carta d’identità è stata sequestrata e la donna stata denunciata  per produzione e uso di atto falso. Gli accertamenti sono stati trasmessi sia all’Ufficio Anagrafe di Prato che all’Ufficio  Immigrazione della Questura per i successivi sviluppi sia riguardo alla residenza che al prossimo rinnovo del permesso di soggiorno, documento di cui la donna è titolare ma che scadrà nei prossimi mesi.

Tag:, ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.