E' il simbolo della città catalana

Barcellona: volevano far saltare la Sagrada Familia. Killer in fuga. Imam ricercato

di Redazione - - Cronaca

La Rambla, ricoperta di fiori dopo la strage

BARCELLONA – Rivelazione scioccante dopo la strage. Soprattutto nuovi colpi di scena nelle indagini. Il probabile autore materiale, il marocchino Younes Abuyaaqoub, dato per morto,  è invece tuttora in fuga, inseguito dalle polizie di Spagna e Francia. Secondo indiscrezioni degli inquirenti, il piano A dei terroristi islamici era far saltare in aria la Sagrada Familia, simbolo di Barcellona, con enormi quantità di esplosivo Tatp, quello con cui l’Isis ha firmato le sue stragi in Europa.

Nelle indagini è inoltre entrato di prepotenza come figura centrale un nuovo indagato, sospettato di aver svolto un ruolo chiave nelle stragi. E’ Abdelbaki El Satty, l’imam di Ripoll, la tranquilla (fino a ieri) cittadina dei Pirenei di 10mila anime, al 10% di origine marocchina, da cui venivano quasi tutti i 12 presunti membri della cellula. La polizia ha perquisito per tre ore oggi il suo appartamento. E’ sparito da martedì,dopo aver detto al suo coinquilino che andava in Marocco in vacanza dalla moglie e dai figli. Gli inquirenti sospettano possa essere stato lui a indottrinare e dirigere i baby-terroristi marocchini di Ripoll e che possa essere uno dei due terroristi morti nell’esplosione del covo della banda mercoledì notte ad Alcanar.

Tag:, , ,

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: