Resta il problema enti locali

Statali: occorrono tre miliardi per la chiusura del contratto

di Ezzelino da Montepulico - - Cronaca, Economia, Lente d'Ingrandimento, Politica

Stampa Stampa
palazzo-chigi

palazzo-chigi

Guai in vista per il Governo e per il tesoro, sarà difficile e complicato trovare i 5 miliardi che si ritiene siano necessari per tutti i contratti del pubblico impiego, e non solo per gli statali, ai quali sarebbe sufficiente una cifra di soli 2,9 miliardi. Garantire gli aumenti medi da 85 euro costa infatti 1.529 euro all’anno per dipendente.

La manovra 2016 ha messo sul tavolo 300 milioni, praticamente simbolici, quella per quest’anno ha aggiunto 900 milioni e ora tocca alla nuova legge di bilancio completare il quadro. In un panorama iniziale da 20 miliardi dedicati per l’8o% al blocco degli aumenti dell’Iva, i tecnici sono al lavoro per cercare almeno 1,7 miliardi, a cui vanno aggiunti i fondi (100-200 milioni) per evitare che gli aumenti cancellino il bonus da 8o euro e quelli per completare la ricostruzione di carriera di militari e forze dell’ordine. Agli altri, che lavorano in sanità, regioni, province, comuni, città metropolitane e università, devono pensare i bilanci autonomi dei loro datori di lavoro.

E sarà difficile che si arrivi a coprire tutto il fabbisogno disponibile. E’ dunque facile prevedere che per i pubblici dipendenti si preannuncia un autunno caldo.

 

 

 

Tag:, ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.