Firenze: pacco sospetto in via Leonardo da Vinci, vicino alla libreria già colpita a Capodanno

Il furgone degli Artificieri della Polizia nel Viale Don Minzoni, vicino al luogo dove è stato depositato il pacco

FIRENZE – Intorno a mezzanotte Digos e Artificieri sono intervenuti per controllare un pacco e una valigia sospetti lasciati abbandonati sul marciapiede di Via Leonardo da Vinci, non lontano dalla libreria legata a Casapound, dove esplose l’ordigno di Capodanno, che ferì in modo grave Mario Vece, artificiere della Polizia. I rilievi sono in corso.

Intanto il tribunale del riesame di Firenze ha ordinato la misura del carcere per due degli otto anarchici arrestati il 3 agosto scorso poiché gravemente indiziati di aver realizzato l’attentato dinamitardo alla libreria Il Bargello di Firenze, area Casapound, dell’1 gennaio 2017 che causò il grave ferimento dell’artificiere della polizia Mario Vece.

Il riesame si è pronunciato su un ricorso dei pm Filippo Focardi e Beatrice Giunti contro l’ordinanza del gip che ne aveva scarcerati sei su otto e non aveva riconosciuto per molti indagati il coinvolgimento nell’attentato di Capodanno.

La difesa degli anarchici, avvocato Sauro Poli, annuncia ricorso in Cassazione.

Firenze, pacco, sospetto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080