Erano già noti alla forze dell'ordine

Firenze: notte di aggressioni e rapine in centro. Arrestati tre marocchini

di Redazione - - Cronaca

FIRENZE – Tre aggressioni per rapina in strada a Firenze si sono verificate la notte scorsa, vittime due stranieri, un trentenne colombiana e un 23enne statunitense, e un fiorentino di 70 anni. Tre le persone poi arrestate dalla polizia, tutte di origine marocchina e già segnalate alle forze dell’ordine in passato. Due episodi sono avvenuti nella zona di Santa Croce, tra le 3 e le 4, uno vicino alla stazione Leopolda, intorno alle 4.

Due episodi sono avvenuti nella zona di Santa Croce, il primo intorno alle 3 in via delle Conce: secondo quanto spiegato, mentre stava rincasando, una trentenne colombiana è stata cinta da dietro da un uomo, finendo poi a terra col suo aggressore che ha quindi cercato di portarle via la borsa. L’uomo è fuggito senza riuscire nel suo intento dopo che la vittima si è messa a urlare. La donna è stata anche visitata sul posto dai sanitari di un’ambulanza perchè nella caduta ha battuto la testa, rifiutando comunque il trasporto in ospedale. Un’ora circa più tardi nuovo intervento della polizia nella zona di Santa Croce dopo che un giovane statunitense, 23 anni, aveva segnalato di essere stato rapinato di una collana d’oro e poi aggredito da un gruppo di persone. In questo caso gli agenti, grazie anche all’aiuto della vittima salita a bordo della volante, hanno rintracciato e arrestato due dei presunti autori, 23 e 22 anni, marocchini. In particolare, stando al racconto dello statunitense, il 23enne nordafricano lo avrebbe avvicinato con la scusa di chiedergli di accendere una sigaretta, strappandogli poi la catena dal collo. Il giovane americano lo ha poi bloccato ma in aiuto del marocchino sarebbe intervenuto un gruppo di 5 uomini, tra cui il 22enne poi arrestato, che lo hanno colpito con calci e pugni. Il 23enne magrebino avrebbe poi minacciato con una bottiglia rotta la vittima che aveva nuovamente provato a bloccarlo. Lo statunitense ha rifiutato le cure.

La terza rapina è avvenuta in viale Fratelli Rosselli, vicino alla stazione Leopolda: un settantenne fiorentino, spiega la polizia, ha raccontato di essere stato avvicinato con la scusa di una sigaretta e al suo rifiuto è stato spintonato, colpito al volto con un pugno e minacciato con un cacciavite puntato alla gola affinché consegnasse i soldi. L’aggressore si è poi preso il portafoglio dell’uomo e il suo cellulare allontanandosi. L’anziano lo ha poi nuovamente visto in via Bausi verso le 5.20 e ha chiamato la polizia che ha bloccato il presunto autore della rapina, un marocchino di 37 anni, identificato in passato con vari alias e irregolare in Italia. Aveva anche un obbligo di dimora dalle 18 alle 8. Il 37enne è stato sottoposto dalla polizia a fermo di pg.

Tag:, , , , ,

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: