Cosa fare di giorno e di sera

Week End 3-4 febbraio a Firenze e in Toscana: musei gratis, spettacoli, eventi

di Roberta Manetti - - Cronaca, Cultura, Spettacolo

La sala 35 della Galleria degli Uffizi, gratis domenica 4

Domenica metropolitana – Come ogni prima domenica del mese, i musei compresi nell’elenco pubblicato nel sito www.beniculturali.it sono gratis. Domenica 4 febbraio, dunque, ingresso gratuito per la Galleria degli Uffizi, la Galleria dell’Accademia e Palazzo Pitti, ma anche per tanti altri musei meno famosi, ma pur sempre ricchi di capolavori a Firenze e in altre città toscane. Inoltre i residenti nella Città metropolitana di Firenze possono entrare gratis anche in tutti i Musei Civici Fiorentini (http://www.museicivicifiorentini.comune.fi.it): Museo di Palazzo Vecchio (orario 9.00/23.00), Torre di Arnolfo (orario 9.00/21.00, 30 persone ogni mezz’ora), Scavi archeologici di Palazzo Vecchio (orario 9.00/23.00, 25 persone ogni mezz’ora), Santa Maria Novella (orario 12.00/18.30), dove si possono ammirare anche gli affreschi antichi scoperti e restaurati di recente, Museo Stefano Bardini (orario 11.00/17.00), Fondazione Salvatore Romano (orario 10.00/16.00), Museo Novecento (orario 9.00/19.00), Cappella Brancacci in Santa Maria del Carmine (orario 13.15/16.45, ultimo accesso ore 16.15,30 persone ogni mezz’ora), Torre di San Niccolò (orario 17.00/20.00, 18 persone ogni mezz’ora). Aderisce anche il rinnovato Museo della Misericordia in Piazza Duomo (tel. 055-239393). Per visitare il Museo del Bigallo (Piazza San Giovanni 1) è necessaria la prenotazione al tel. 055 288496 (visite accompagnate alle h10.00 e alle h12.00). Elenco dei percorsi e delle visite guidate sul sito della Città metropolitana. I residenti nella città metropolitana di Firenze si ricordino di presentare in biglietteria la Carta di Identità. La prenotazione alle attività è obbligatoria, all’atto della prenotazione è possibile riservare un solo appuntamento nel corso della giornata per un massimo di 5 persone. Senza prenotazione sono gli accessi ai Musei Civici Fiorentini e sono disponibili fino ad esaurimento posti per motivi di sicurezza.

Al Teatro del Maggio Musicale Fiorentino (Piazzale Vittorio Gui, 1) domenica 4 alle 16.30 Alpesh Chauhan dirige l’Orchestra del Maggio nella Sinfonia n. 11 in sol minore, op. 103, L’Anno 1905 (1905-й год) di Dmitrij Šostakovič, nono concerto del ciclo. Precedono due rarità di Ottorino Respighi: Suite pour instruments d’archet et flûte, P 57 e Melodie et Valse caréssante per flauto ed archi, P 42. Flauto solista è Roberto Fabbriciani. Biglietti da 5 a 35 euro acquistabili anche online senza diritti di prevendita. Sabato 3 alle 15 prova aperta per i residenti di Sesto Fiorentino.

Uno zio Vanja – Al Teatro della Pergola (via della Pergola 18) sabato 3 alle 20.45 e domenica 4 alle 15.45 Vinicio Marchioni dirige e interpreta con Francesco Montanari «Uno zio Vanja di Čechov», riuscito adattamento di Letizia Russo del notissimo classico del teatro. Gli altri interpreti sono Milena Mancini, Lorenzo Gioielli, Nina Torresi, Andrea Caimmi, Alessandra Costanzo, Nina Raia. Rileggendo il testo, Marchioni ha trovato che la vecchia piantagione piena di debiti al centro del dramma ricorda la crisi del nostro Paese; i protagonisti, invece del latifondo, ereditano un teatro di provincia, in uno dei luoghi fortemente colpiti dagli ultimi terremoti. Non tutto quadra alla perfezione, ma lo spettacolo tiene bene. Biglietti da 14 a 34 auro.

Processo a Pinocchio – Al Teatro di Cestello in San Frediano sabato 3 e domenica 4 alle 20.45 si chiude il Mindie, Festival del Musical Indipendente, con il cult di Andrea Palotto «Processo a Pinocchio», successo italiano che ha già conquistato le platee internazionali, con le pluripremiate musiche di Marco Spatuzzi. Cast originale capitanato da Cristian Ruiz e Luca Giacomelli Ferrarini (Mercuzio in «Romeo e Giulietta, ama e cambia il mondo»). Commedia noir, intreccia psicologia e mistero, attorno all’omicidio di Salvatore Grillo, psicologo, rinvenuto con il cranio fracassato da una martellata… Ultimi posti disponibili. Telefono 055.294609.

Amici della Musica – Al Teatro della Pergola (via della Pergola 18) sabato 3 alle 16 suona Rafał Blechacz, vincitore a vent’anni della quindicesima edizione del Premio Chopin di Varsavia. In programma Mozart, Beethoven, Schumann e Chopin, di cui interpreterà le Mazurche op.24 e la Polonaise Op.53 No.6. A Varsavia nel 2005 si aggiudicò non solo il Primo premio ma anche i quattro premi per la migliore esecuzione di Mazurke, Polacche, Sonate e Concerti del celebre conterraneo. Il violinista russo Ilya Gringolts, noto virtuoso, ricercatissimo come solista, sarà al Saloncino della Pergola domenica 4 alle 21. Lunedì 5 alle 21, il Saloncino della Pergola ospita L’Estravagante, ensemble diretto dal violinista Stefano Montanari e formato da Maria Grokhotova al secondo violino, Francesco Galligioni, violoncello, Maurizio Salerno, clavicembalo. Il programma alterna musiche di Bach e di Vivaldi. Biglietti da 14 a 25 euro. Info su www.amicimusicafirenze.it

Omar Sosa in Sala Vanni – Sabato 3 alle 21.15 in Sala Vanni (Piazza del Carmine) si ascoltano Omar Sosa (pianoforte) e Gustavo Ovalles (percussioni). Sosa esemplifica perfettamente lo spirito di Duke Ellington come creatore di una musica che trascende le categorie, testimoniata anche dai circa 20 album come leader. Un linguaggio jazz globale ma esaustivo e uno stile unico. In questo concerto il suo spirito afro-cubano si sposa perfettamente con le straordinarie percussioni del venezuelano Gustavo Ovalles. Posto unico  18/16 € +d.p. Info: 055 240397 –  Prevendite online www.eventimusicpool.it  www.ticketone.it www.boxol.it

Sorry, boys – Al Teatro di Rifredi (via Vittorio Emanuele II, 303; 055/422.03.61 –  www.toscanateatro.it) sabato 3 alle 21 Marta Cuscunà presenta «Sorry, boys», sottotitolo «Dialoghi su un patto segreto per 12 teste mozze», che racconta una storia realmente accaduta nel 2008 a Gloucester, nel Massachusetts; dodici pupazzi e un intreccio di dodici voci diverse, tutto animato dalla Cuscunà. Diciotto ragazze di una scuola superiore, tutte under 16, rimasero incinte contemporaneamente, non per coincidenza, ma per un patto segreto, per costruire una specie di comune femminile in cui allevare i figli insieme, per proteggersi dalle violenze dei maschi viste quotidianamente nell’ambito familiare. Una delle ragazze confessò di aver voluto creare un piccolo mondo nuovo e una famiglia tutta sua dopo aver assistito a un terribile femminicidio. Biglietti 16 / 14 euro. Domenica 4 alle 16.30 «La casa dei gatti», ideazione e direzione Il Paracadute di Icaro, regia Vincenzo Calenzo, coreografie Marta Checchi, costumi Maria Giovanna Caselli, musiche Edoardo Dinelli eseguite dal vivo da L’Orchestra da Favola del Conservatorio L. Cherubini. Per bambini da 3 a 10 anni.

I matti alla FLOG – All’Auditorium Flog (via M. Mercati 24b; apertura ore 21.30) sabato 3 tornano I matti delle giuncaie, dopo il tour di un mese in Canada, preceduti dalla Reggae band dei Quartiere Coffee. Dall’inizio dell’estate fino a novembre 2017 I matti delle giuncaie hanno registrato i loro concerti, in gran segreto, partorendo a febbraio 2018 il loro primo CD live doppio, “Matti Live”, che corona dieci anni di storia della band maremmana dalla fondazione ad oggi, quasi un best of che raccoglie i brani culto della storia dei 4 musicisti lanciati da Enrico Erriquez Grepp, storica voce della Bandabardò, presente nel CD insieme a tanti ospiti tra cui Francesco Fry Moneti dei Modena City Ramblers. Apertura ore 21.30. Ingresso 10 euro, 7 in prevendita.
Flamenco al Verdi – Al Teatro Verdi (via Ghibellina 99) sabato 3 alle 20.45 c’è lo spettacolo ‘Flamenco Live’ della compagnia spagnola Ballet Flamenco Español, in scena con dieci ballerini, quattro musicisti e i solisti Juan Manuel Carrillo e Luis Ortega, che curano anche la direzione artistica dello spettacolo. Musiche di Ravel e Mozart. Info: 055.212320 – www.teatroverdionline.it
Careggi in Musica  – Domenica 4 alle ore 10.30 all’ Aula Magna del Nuovo Ingresso dell’Ospedale di Careggi (Largo Brambilla 3, ingresso libero) suona un giovane talento del violino, Ferdinando Trematore. Originario di Foggia e già affermatosi in numerosi concorsi a livello internazionale, è il vincitore del Premio Crescendo 2017 per la sezione archi. Nell’ambito del concorso si è aggiudicato anche le borse di studio dedicate alla memoria di Andrea Tacchi, spalla dell’Orchestra della Toscana fin dalla sua fondazione. Grazie alla vittoria del Premio “Crescendo al fORTissimo”, Trematore debutterà da solista proprio con l’ORT nella prossima stagione concertistica.

Jazz rock al Pinocchio – Sabato 3 alle 22 presso Il Pinocchio Jazz (Viale Donato Giannotti, 13) con Di Vi Kappa il rock duro diventa (jazz) acustico, tra psichedelia, jazz, improvvisazione, avanguardia e, qualche volta, retroguardia… Il trio presenta il nuovo disco “Oxymoron”, un viaggio visionario e improvvisato, fatto di soste malinconiche, di sguardi e di racconti che sfociano in un abbraccio segreto tra i Beatles e i Rolling Stones.

Concerto a San Salvi – Domenica 4 alle 17 allo spazio dei Chille a San Salvi il gruppo L’Albero della Libertà di Roma, proporrà una serie di canzoni e letture sul Risorgimento dal titolo ‘E se l’Italia dorme, presto se svejerà’. Il concerto è inserito all’interno del progetto nazionale Calendario civile e arriva a Firenze grazie alla collaborazione tra la Società della Ragione e i Chille de la balanza. Sara Modigliani, voce; Gabriele Modigliani, chitarra; Stefano Pogelli, mandolino, banjo, concertina; Gavina Saba, chitarra e voce; Livia Tedeschini Lalli, voce; Laura Zanacchi, voce; e la partecipazione del cantastorie Mauro Geraci: voce, chitarra e letture. Ingresso libero. Posti limitati. Prenotazione obbligatoria. Alle 18:30 apericena con gli artisti a 7 €. Info e prenotazioni: 055 6236195 | 335 6270739 o via e-mail info@chille.it

Carnevale al Museo – Sabato 3, ore 14.30 – 16, al Museo di Storia Naturale – Zoologia ‘La Specola’, via Romana, 17 «Le maschere negli animali»; domenica 4, ore 14.30 – 16.00, Museo di Storia Naturale – Antropologia, via del Proconsolo, 12 Firenze «Le maschere nei popoli». Costi: € 6/3 + € 1 a bambino per il laboratorio.

Carnevale di pace – Domenica 4 Novoli e il centro San Donato saranno invasi da un Carnevale di pace multiculturale, in cui le tradizioni di ogni parte del mondo si fonderanno. Partecipano Casa do Brasile em Florença, associazione Colombia Es, associazione culturale Viva el Perù, progetto Agata Smeralda e Afro Dance Firenze. Alle 14,30, concentramento del corteo mascherato all’ingresso del polo universitario su viale Guidoni. Alle 15 partenza del corteo, che si concluderà nel centro San Donato, dove alle 16 ci saranno musica e balli. In caso di pioggia, la festa sarà allo spazio XL, al primo piano del centro polifunzionale all’angolo tra via di Novoli e via Forlanini. Info: www.piazzasandonato.it

Pupi di Stac – Domenica 4 febbraio alle 16.45 al Teatro Puccini (via delle Cascine 41) Pupi di Stac presenta «Gli animali riconoscenti» di Laura Poli, regia e musiche di Enrico Spinelli. Posto unico numerato € 8,00 (diritti di prevendita esclusi).

Tenax – Sabato 3 al Tenax (Via Pratese, 46; apertura porte ore 22:30; ingresso 32/35/38 €; vietato ai minori di 18 anni) appuntamento con l’alfiere della techno made in Italy: in consolle al Nobody’s Perfect arriva Marco Carola, tra i dj più stimati nell’universo elettronico mondiale. Insieme a lui il “padrone di casa” Alex Neri.

Downsizing – Sabato 3 alle 15.30 arriva al Cinema Stensen (viale Don Minzoni 25) Downsizing di Alexander Payne (USA 2017, 135’, ingresso 8 euro), il film con Matt Damon sul rimpicciolimento degli esseri umani come soluzione al sovrappopolamento e all’eccessivo consumo energetico. Il film è ambientato in Nebraska, in un futuro non molto lontano, dove una procedura di rimpicciolimento all’avanguardia è in grado di ridurre le dimensioni di un uomo di circa un ottavo. Una coppia di sposi (Matt Damon e Kristen Wiig), in crisi coniugale, decide di sottoporsi al processo con la speranza di una vita migliore. Il film fa parte del ciclo culturale sulla bioetica, che ha visto finora alla Fondazione Stensen oltre mille spettatori e circa cento iscritti. Info www.stensen.org, 055-576551.

Mostre – L’importanza dell’arte tessile a Firenze nel Trecento, sia dal punto di vista economico che nel campo della produzione artistica e nei costumi della società del tempo, è illustrata dalla mostra «Tessuto e ricchezza a Firenze nel Trecento. Lana, seta, pittura» che la Galleria dell’Accademia (via Ricasoli) ospita fino al 18 marzo 2018. Dipinti, un vestitino in lana prestato dal National Museum di Copenhagen, confezionato a metà del XIV secolo per una bimba, recuperato dagli archeologi in Groenlandia, il piviale del Museo Nazionale del Bargello.

Nella chiesa sconsacrata di Santo Stefano al Ponte fino al 1 maggio 2018 c’è la mostra Monet Experience and the Impressionists. Tutti i giorni, dal lunedì alla domenica, dalle 10 alle 19.30. Ogni domenica mattina tra le 10 e le 12,30, durante la rappresentazione immersiva i danzatori della Lyricdancecompany proporranno spettacolari interventi ispirati a Monet e al mondo impressionista, con le coreografie firmate da Alberto Canestro, direttore della compagnia. I ballerini si avvarranno della scenografia unica di ‘Monet Experience’, dopo il positivo riscontro di pubblico del primo esperimento di fusione della danza con le mostre multimediali proposte da Crossmedia a Santo Stefano al Ponte, in occasione di ‘Klimt Experience’. La biglietteria chiude alle 18.30. Intero 13 euro, 10 per studenti e over 65. Pagano 5 euro i bambini dai 5 ai 12 anni, gratuito sotto i 5 anni. Agevolazioni per le famiglie da 4, 5 o 6 persone, che pagano rispettivamente 34, 40 e 44 euro. In gruppo (minimo dieci persone) si paga 9 euro.

Al secondo piano di Palazzo Pitti, tesori tratti dalle raccolte del cardinale Leopoldo de’ Medici (1617-1675). Vero ‘Principe dei collezionisti’, come sottolinea il titolo della mostra aperta fino al 28 gennaio al Museo degli Argenti di Pitti, fondò fra l’altro la raccolta degli Autoritratti e gettò le basi del Gabinetto Disegni e Stampe degli Uffizi con oltre 11.000 preziosi acquisti. Uno degli ultimi grandi personaggi della famiglia… Omaggio dovuto a 4 secoli dalla nascita! I quadri più importanti sono rimasti nelle Gallerie ma un apposito percorso permette di riconoscerli.

Nella Galleria Poggiali (via della Scala, 35/A-29/A e via Benedetta 3r) mostra personale di Eliseo Mattiacci dal titolo Misurazioni a cura di Lorenzo Bruni. La prima personale dell’artista di Cagli a Firenze dopo quasi 40 anni da quella che si tenne nel 1980 alla Galleria di Vera Biondi, per osservare da un’angolazione inedita il percorso che Mattiacci ha sviluppato in più di 50 anni di lavoro; 28 opere tra disegni, acquarelli e istallazioni. Fino al 24 febbraio.

È stata prorogata fino al 25 marzo 2018 a Pistoia l’esposizione nella chiesa di San Leone del gruppo scultoreo della «Visitazione» di Luca Della Robbia, eseguito intorno al 1445 per la chiesa di San Giovanni Fuorcivitas di Pistoia e recentemente restaurato all’Opificio delle Pietre Dure di Firenze grazie al sostegno dei musei americani «Museum of Fine Arts» di Boston e della «National Gallery of Art» di Washington, che l’hanno tenuta in esposizione fino a luglio 2017.

A Siena è stata prorogata fino all’8 aprile  la mostra sul celebre pittore senese Ambrogio Lorenzetti, allestita presso il complesso museale di Santa Maria della Scala, a Siena. Il contributo che Ambrogio diede alla città è ancora tangibile in diversi edifici , ma molte delle sue opere sono finite in importanti musei sparsi in giro per il mondo. La Mostra ne fa tornare o giungere una prima volta nella terra del loro artista diverse.

FIESOLE (FI)

Domenica 4 alle 11 all’Auditorium Sinopoli della Scuola di Musica di Fiesole (Via delle Fontanelle 24) si ascolta il Quartetto Euphoria: quattro musiciste giocano con gli stereotipi del concerto classico, trasformando ed amplificando comicamente le dinamiche (e le nevrosi) tipiche di qualsiasi ensemble cameristico. Ingresso libero. In apertura musica americana per i giovanissimi allievi delle classi di arpa di Susanna Bertuccioli, di violino di Boriana Nakeva, di violoncello di Alice Gabbiani e di contrabbasso di Alessandro Giachi, in un’inusuale combinazione tra archi ed arpa: oltre a due celebri canzoni di Gershwin, i ragazzi propongono un blues dell’eclettica arpista-compositrice californiana Henson-Conant, e infine in quartetto ci offrono un brano di Jay Livingston, notissimo autore di colonne sonore che ha collaborato anche con Alfred Hitchcock.

SESTO FIORENTINO

Domenica 4 prima delle due domeniche del Carnevale di Sesto. La festa comincia alle 14.30 nell’area pedonale e
propone jumping e tiro in porta, spettacoli temporanei e concorso di maschere, giochi di strada della tradizione toscana ed esibizione itinerante della Banda Musicale di Sesto.

Per Intercity Winter 2018 al Teatro della Limonaia di Sesto (viale Gramsci 426) sabato 3 alle 21 «I Wanna Be a Cowboy», drammaturgia e regia Iacopo Reggioli, con Andrea Bocelli e Federico Valeri. Chi vorrebbe essere un cowboy oggi? Cosa ci attrae? Il suo eroismo? La sua solitudine? In una società che ci bombarda di suoni e immagini e in cui non abbiamo il tempo di fermarci a guardare la bellezza che ci circonda, forse solo un cowboy può farci rivalutare l’ importanza del silenzio. E cosa succede se a Las Vegas un pazzo psicopatico apre il fuoco sulla folla ad un festival country, uccidendo 59 persone e ferendone 527 e sul prato del concerto rimangono solo stivali e cappelli da cowboy abbandonati? Biglietti € 13 intero € 11 ridotto. Domenica 4 c’è «Intercity Libri»: ore 20.30 documentario «Scintille.  Firenze: Generazione Trend», a cura di Bruno Casini e Carlo Gardenti. Una full immersion nella moda e nell’estetica giovanile degli anni Ottanta a Firenze.Tutto nasce dal ritrovamento di materiali video di una mega sfilata al Manila di Campi Bisenzio 11 maggio 84 in occasione di una grande serata dedicata alla rivista Rockstar con la direzione artistica di Roberto D’Agostino. Dalle 21.30 «CLUBBING FOR HEROES. Il ritmo degli anni ottanta.  Fashion e Rock’n Roll», di Bruno Casini (nella foto); letture di Dimitri Milopulos. A Firenze negli anni Ottanta i templi del divertimento – i club – vissero una stagione irripetibile, di contaminazioni inedite tra musica, teatro, moda, visual art. Alcuni ancora esistono, altri non più, ma i loro nomi sono leggenda: Banana Moon, Rokkoteca Brighton, Casablanca, Manila, Boper, Tenax, Flog, Paramatta, Salt Peanuts, Plegyne … E poi Litfiba, Diaframma, Krypton, Magazzini Criminali e tanti altri. A seguire Trecentoquarantadue di Daniele Riccioni, letture di Riccardo Naldini . Biglietto unico €2. Info e prenotazioni 055 440852  – www.teatrodellalimonaia.it

CAMPI BISENZIO (FI)

francesco-nuti-È il racconto di una vita di un uomo che ha vissuto il successo, l’ascesa e la discesa con la stessa intensità mantenendo il suo sorriso inconfondibile lo spettacolo «Francesco Nuti. Andata, caduta e ritorno» storia a tinte forti delle vicende artistiche e umane dell’artista Francesco Nuti, interpretato dall’attore Nicola Pecci per la regia di Valerio Groppa, in scena sabato 3 alle 21 al Teatrodante Carlo Monni di Campi Bisenzio (piazza Dante, 23). Lo spettacolo è il primo appuntamento della 8/a edizione della rassegna dedicata a Andrea Cambi; Pecci sarà accompagnato dalle musiche di Nuti e del fratello Giovanni eseguite dal vivo da una band di cinque elementi, composta da Lele Fontana, Francesco Cherubini, Luca Gelli, Alessandro Luchi, Claudio Giovagnoli (ingresso 15, ridotto 12€).

DICOMANO (FI)

In Piazza della Repubblica domenica 4 dalle 14.30 sfilate di carri allegorici, gruppi mascherati, intrattenimento per bambini, baby dance, musica e balli; concorso “La Dicomaschera”; mostra di arti grafiche delle scuole, bar e stand gastronomici. Ingresso libero.

SIECI (FI)

Al Dietro Le Quinte (via Aretina 150a, Sieci) sabato 3 alle 21.30 la voce e mente degli storici Anhima, Daniele Tarchiani. Live volutamente acustico, intimo e raccolto: alla musica si mischiano racconti, ricordi e aneddoti di una vita, la scaletta alterna brani originali, classici del rock e del pop. contributo di 12 euro, comprendente degustazione di prodotti tipici del territorio. Ingresso soci Acsi.

BORGO SAN LORENZO (FI)

Domenica 4 dalle 14.30 Carnevale di Borgo San Lorenzo: la festa si snoda per le vie del borgo con musica e maschere. Le uscite dei carri cominciano alle 14.30 e vedono sfilare un trenino, un treno grande, una barchetta e poi i veri e propri carri, che quest’anno sono rappresentati da un carro dell’Era Glaciale, uno dei Minions, uno a tema Biancaneve e uno a tema emoji. Info: 349.6392397

PRATO

Sabato 3 e domenica 4 al Teatro Fabbrichino (Via Targetti, 10/8) arriva L’arte del teatro, spettacolo scritto e diretto da Pascal Rambert, interpretato da Paolo Musio, che ne ha curato anche la traduzione, e prodotto da Teatro Metastasio di Prato, Emilia Romagna Teatro Fondazione e Triennale Teatro dell’Arte. Pascal Rambert è uno degli artisti teatrali più talentuosi e apprezzati della scena contemporanea europea, direttore di T2G parigino, drammaturgo, regista e coreografo, artista associato presso il Théâtre des Bouffes du Nord di Parigi, vincitore nel 2016 del Prix du Théâtre dell’Académie Française per l’insieme della sua opera, che, tutta votata al contemporaneo, privilegia lo scambio fra arte e vita, il superamento della “forma dialogica”, l’esplorazione delle profondità e delle possibilità del linguaggio parlato. Biglietti da 9 a 15 euro, last minute 7.50 euro. Info Teatro Metastasio, tel 0574 608501

Domenica 4 alle 11, presso la Scuola di musica Verdi, in un appuntamento di METJAZZ OFF, nella conferenza L’incontro tra Bach e il jazz: Concorde del Modern Jazz Quartet, per indagare i punti di contatto tra jazz e tradizione classica europea, STEFANO ZENNI guida passo passo nell’ascolto di Concorde, capolavoro di John Lewis, magnifico prototipo di fughe jazz.

PISTOIA

Sabato 3 alle 18, al Saloncino della Musica di Palazzo de’ Rossi, musica antica con ‘La Lira di Orfeo’, ensemble fondato nel 2014 dal controtenore Raffaele Pe e dedito alla riscoperta di brani vocali del repertorio antico e barocco. Titolo della serata è ‘Occhi miei belli. Atto Melani e le cantate per il Re Sole’. Biglietti da 6 a 20 euro. A seguire, appuntamento con i protagonisti del concerto per un momento di confronto e una cena informale. L’ingresso è gratuito ed esclusivamente riservato al pubblico presente al concerto. www.fondazionepromusica.it

Al Teatro Manzoni sabato 3 e domenica 4 la ‘Medea’ di Euripide, con Franco Branciaroli di nuovo protagonista (nei panni di Medea) della storica edizione della tragedia greca diretta da Luca Ronconi, riallestita da Daniele Salvo. www.teatridipistoia.it

TERRANUOVA BRACCIOLINI (AR)

Si inaugura domenica 4 febbraio all’Auditorium Le Fornaci di Terranuova Bracciolini il Valdarno Jazz Festival – Winter Edition con “1968: Something to Remember” del Valdarno Jazz Collettive – VJC, nuova produzione del festival. In programma un repertorio ispirato alle composizioni dell’epoca sessantottina che intende ribadire il valore dei principi di un’etica sociale e civile. Oltre a Daniele Malvisi al sax tenore e Gianmarco Scaglia al contrabbasso, suoneranno alcuni tra i più importanti musicisti della scena jazzistica contemporanea internazionale, tra cui il pianista Riccardo Fassi, il batterista Roberto Gatto (nella foto) e il trombettista americano Alex Sipiagin, prima tromba della Mingus Jazz Orchestra. In scaletta, capolavori di Miles Davis, Wayne Shorter, Ornette Coleman. Nell’ambito dei festeggiamenti, alle ore 17 nel foyer de Le Fornaci, sarà presentato “Jazzy Souls”, libro di Carlo Braschi, fotografo ufficiale di Valdarno Jazz, che ripercorre per immagini in circa 150 pagine la storia del festival, in cui si sono alternati oltre 1400 musicisti per circa 300 progetti. Informazioni: www.valdarnojazzfestival.wordpress.com e www.eventimusicpool.it Prevendite: Box Office www.boxol.it

PISA

Al Teatro Verdi di Pisa (via Palestro 40) sabato 3 e domenica 4 c’è «La fanciulla del West» di Giacomo Puccini, opera in tre atti su libretto di Civinini e Zangarini. Regia, scene e costumi di Ivan Stefanutti. Arditezze armoniche che guardano a Strauss e Debussy e con un’ambientazione insolita, scelta per impressionare il pubblico americano. Orchestra della Toscana diretta da James Meena. Coro lirico pucciniano. Minnie: Amarilli Nizza / Kristin Sampson, Jack Rance: Elia Fabbian / Enrico Marrucci, Dick Johnson: Enrique Ferrer / Mikhail Sheshaberidze, Nick: Gianluca Bocchino, Ashby: Alessandro Abis, Sonora: Giovanni Guagliardo, Trin: Andrea Schifaudo, Sid: Pedro Carrillo, Bello: Alessio Verna, Harry: Marco Voleri, Joe: Tiziano Barontini, Happy: Giuseppe Esposito, Larkens / Billy Jackrabbit: Federico Cavarzan, Wowkle: Sabina Cacioppo, Jake Wallace: Carlo Di Cristoforo, Josè Castro: Ricardo Crampton, Un postiglione: Antonio Della Santa. Nuovo allestimento Teatro del Giglio di Lucca, Teatro Lirico di Cagliari, Opera Carolina, New York City Opera. Coproduzione Teatro del Giglio di Lucca, Teatro Verdi di Pisa, Teatro Alighieri di Ravenna, Teatro Pavarotti di Modena, Teatro Goldoni di Livorno. Durata complessiva dell’opera: 2h 45′. Info: 050.941111 – www.teatrodipisa.pi.it

PIETRASANTA (LU)

Sabato 3 e domenica 4 a Pietrasanta c’è la popolare Fiera di San Biagio. Le strade del centro si riempiono di bancarelle di artigianato, antiquariato, abbigliamento, dolci e prodotti tipici.

MARLIA – CAPANNORI (LU)

Nelle domeniche 4, 11 e 18 febbraio a partire dalle 14.30 C’è Carneval-Marlia in Piazza, che si svolge principalmente in piazza del Mercato ed in parte in via Paolinelli.

VIAREGGIO (LU)

Una sfilata del Carnevale di ViareggioPer un mese, la città si trasforma nella fabbrica del divertimento tra sfilate di giganti di cartapesta, feste notturne, spettacoli pirotecnici, veglioni, rassegne teatrali, appuntamenti gastronomici e grandi eventi sportivi mondiali. Domenica 4 alle 15 sui Viali a mare secondo corso mascherato del Carnevale di Viareggio. Su tutto pesa però l’incognita relativa alle condizioni meteo: la Fondazione Carnevale ha già previsto un piano alternativo con una festa nella Cittadella e lo slittamento della sfilata dei carri al giorno successivo. Gli altri appuntamenti sono fissati per 11, 13 e 17 febbraio. Info e biglietti su http://viareggio.ilcarnevale.com

Tag:, , , , , , , ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.