Una citazione nell'agenda di Comix 2019

Firenze: «Io mi libro», di Alessandro Pagani, prova a far ridere con 500 frasi

di Redazione - - Cronaca, Cultura, Libri

Firenze, Palazzo Vecchio

FIRENZE – Non è mai stato facile per nessuno far ridere, figuriamoci di questi tempi in cui il pessimismo regna sovrano un pò dappertutto. A tirare un po’ su il morale ci pensa l’ultimo lavoro di Alessandro Pagani dal titolo «Io mi libro», che esce per la Casa Editrice ’96, Rue de la Fontaine di Torino. Si tratta di una raccolta di 500 frasi e dialoghi esilaranti che spaziano su temi vari, dalla cronaca all’attualità, dai fatti del giorno alle mode, dalle circostanze assurde che potrebbero riguardarci nel presente, sino alle esperienze vissute o immaginate del passato. Una delle 500 frasi del libro è stata selezionata per l’agenda 2019  di Comix, in uscita a Giugno 2018.

Lo stile che propone l’autore è un po’ fuori dai canoni classici, e combina l’umorismo all’enigmistica: ogni lettera è uno spunto per creare bisticci di parole, scambi di vocaboli, ambiguità semantiche, per arrivare ad uno sviluppo espressivo talvolta grottesco, ironico e sarcastico, ma che coglie spesso nel segno, e che dimostra il virtuosismo sia comico che letterario di Pagani. In appendice al libro trova anche spazio un racconto dell’autore dal titolo Breve raccorto onirico, dove Alessandro Pagani, nella sua sfera più intima, ci porta sulle ali di un sogno senza mai dimenticare la spensieratezza di una realtà, qual è la sua, leggera, disillusa, ma che allo stesso tempo fa riflettere.

Tag:, ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.