Firenze: M5S dice no a tutto, aeroporto, Tunnel Tav e nuovo stadio. In vista delle elezioni amministrative 2019

I No Tunnel Tav si oppongono al sottoattraversamento ferroviario fiorentino

FIRENZE – Sicurezza sociale, tutela dell’ambiente, no alle grandi opere e al nuovo stadio: il
Movimento 5 Stelle di Firenze ha avviato con un’assemblea, a cui hanno partecipato 150 persone, la stesura partecipata del programma per le amministrative 2019. Fra i presenti la deputata Yana Chiara Ehm, il consigliere regionale Andrea Quartini, le consigliere comunali Silvia Noferi e Arianna Xekalos. «Firenze è un feudo che sembra quasi irraggiungibile – ha detto Quartini – ma pensiamo che la roccaforte possa essere espugnata».
Quartini, che ha aperto i lavori dell’assemblea, ha lamentato le «difficoltà enormi in termini di diritto all’alloggio, con l’Erp che non ce la fa ad assorbire tutte le domande degli aventi diritto», e ha criticato opere come il potenziamento dell’aeroporto e la terza corsia dell’A11, «opere inutili e
dannose che sottraggono risorse ai territori e ai cittadini».
Pollice verso anche per il tunnel Tav: «Dobbiamo evitare di andare avanti – ha affermato Xekalos – con questi lavori che non hanno più senso». Daniele Bellucci, consigliere del Quartiere 2, ha inoltre criticato l”idea di realizzare un nuovo stadio di calcio.

2019, elezioni, Firenze, M5S

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080