Le statistiche del servizio Dell'Ue

Bruxelles: il reddito dei più ricchi in Europa è in media 5 volte superiore a quello dei poveri. In Italia 6,3

di Paolo Padoin - - Cronaca, Economia

commissione ue

BRUXELLES – Il servizio statistico dell’Unione europea, Eurostat, ha appena pubblicato un indicatore della diseguaglianza economica nei Paesi europei . L’indice usato da Eurostat confronta il reddito del 20 per cento più ricco (un quinto del totale) con quello del 20 per cento più povero: in pratica dice quante volte è più grande il reddito della fetta più ricca rispetto a quello della fetta più povera della popolazione.  Il risultato è che nell’Unione europea il reddito di chi sta meglio in termini economici risulta, per il 2016, oltre cinque volte quello di chi sta peggio: 5,2. In Italia il rapporto sale ancora e arriva a 6,3.

Ci sono Paesi in cui la disuguaglianza misurata in questo modo è più alta. In Serbia (non ancora membro dell’Ue) il valore dell’indicatore arriva a 9,7: il reddito della parte più benestante della popolazione in questa nazione è quasi dieci volte quello della fetta più povera. In Islanda (che non è nell’Ue) si scende invece a 3,3, che rappresenta il valore più basso, e anche Finlandia, Norvegia, Slovenia, Slovacchia, Repubblica Ceca, Belgio e Olanda sono sotto il valore 4. In Spagna, Grecia, Lettonia e Macedonia l’indice è invece sopra il 6, come in Italia. In Bulgaria, Lituania e Romania arriva a superare 7.

Nell’Unione la situazione sta leggermente peggiorando, in Italia è peggiorata di più. All’inizio del decennio l’indicatore nel nostro Paese era un punto più basso: il 20 per cento più ricco degli italiani guadagnava più di cinque volte ciò che guadagnava il 20 per cento più povero, adesso guadagna oltre sei volte di più.

Tag:, , ,

Paolo Padoin

Paolo Padoin

già Prefetto di Firenze
Mail

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.