Un nuovo successo di partecipanti

Autostrada A1, Giro d’Italia in Panoramica: mille cicloamatori da Barberino a Pian del Voglio e ritorno (Foto)

di Gilda Giusti - - Cronaca, Eventi, Sport

FIRENZE –  Nello spettacolare scenario appenninico dell’A1 Panoramica, tra Firenze e Bologna, le ruote di 1000 cicloamatori scivolano sull’asfalto dell’Autostrada del Sole e danno vita alla terza edizione del “Giro in A1 Panoramica”. L’eccezionale invasione di cicloamatori in autostrada aggiunge al fascino della centenaria gara una protagonista d’eccezione: la bellezza dello scenario mozzafiato dell’Appenino in cui è immersa la Panoramica, la prima “autostrada turistica” d’Europa con i suoi 33 chilometri che collegano Barberino di Mugello e Rioveggio.  La speciale tappa non agonistica del Giro d’Italia, che rappresenta la realizzazione del “sogno proibito” dei ciclisti di ogni età, è stata ideata e organizzata da Autostrade per l’Italia in partnership con Polizia Stradale e RCS Sport. I cicloamatori hanno percorso un circuito sull’Autostrada del Sole, da Barberino a Pian del Voglio e ritorno, per un totale di 36 chilometri.

Il viceministro Riccardo Nencini

Ospite di questa giornata speciale all’insegna della passione per la bicicletta, il Viceministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Riccardo Nencini, appassionato ciclista e nipote di Gastone Nencini, vincitore del Giro d’Italia nel 1957 e del Tour de France nel 1960.

«E’ il terzo anno – ha dichiarato Nencini – che assisto a questo straordinario evento che è la pedalata amatoriale in autostrada. Appuntamento eccezionale che lega l’autostrada al turismo e allo sport, con l’obiettivo di promuovere le bellezze del Mugello che offre itinerari unici per qualità artistica, panoramica e ambientale”. Parlando dell’attaccamento della sua famiglia al ciclismo Nencini, nipote del grande campione Gastone, che arrivò in maglia gialla al Parco dei Principi a Parigi, ha raccontato: “La mia famiglia si riunisce soprattutto due volte l’anno: in occasione del Giro d’Italia e dei Mondiali. Andando in giro per il mondo, quando dico come mi chiamo, quasi tutti mi chiedono se sono parente di Gastone. Rispondo con orgoglio che era mio zio. Anche per questo sono molto contento di assistere ad eventi come quello di oggi organizzato da Autostrade per l’Italia che ha visto un migliaio di ciclisti correre in autostrada».

Francesco Delzio, direttore Relazioni Esterne, Affari Istituzionali e Marketing di Atlantia e Autostrade per l’Italia, ha affermato: «Siamo molto orgogliosi di aver portato, per la terza volta i ciclisti in autostrada. Grazie allo spettacolare passaggio dei mille cicloamatori lungo il vecchio tracciato dell’Autosole, che sta acquistando una nuova vocazione turistica, i telespettatori italiani e di tutto il mondo possono soffermarsi sul fascino del paesaggio dell’Appennino per scoprire territori e patrimoni artistici, ambientali e gastronomici finora poco valorizzati. Questa iniziativa rafforza ulteriormente il ruolo sociale di Autostrade per l’Italia, che in particolare attraverso il successo dei progetto “Sei in un Paese Meraviglioso” sta offrendo alla provincia italiana una vetrina efficacissima di promozione e valorizzazione turistica».

 

Tag:, , , , ,

Gilda Giusti

Gilda Giusti

Redazione Firenze Post

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.