Riaccorpare le competenze in materia ambientale

Roma: Corpo forestale dello Stato va ricostituito, lo annuncia il ministro Fraccaro

di Paolo Padoin - - Cronaca, Economia, Politica

ROMA –  Il ministro per i rapporti con il Parlamento e la Democrazia diretta, Riccardo Fraccaro, annuncia il ripensamento su una delle riforme più esiziali e dannose volute da Renzi, l’accorpamento del Corpo Forestale con l’Arma dei carabinieri. «La riforma del Corpo forestale dello Stato è un gravissimo errore al quale è necessario porre subito rimedio. Occorre ricomporre in un unico organo di polizia ambientale, così come già erano nella Forestale, tutte le funzioni di prevenzione e controllo in materia ambientale e agroalimentare. Serve un immediato cambio di rotta per ricostruire la mission del Corpo Forestale. La revisione della riforma della Forestale consentirà di recuperare  un patrimonio di competenze che, a causa della suddivisione delle
competenze tra Arma dei Carabinieri, Vigili del Fuoco, Polizia di Stato, Guardia di Finanza, Mipaaf ed altre Amministrazioni dello Stato è stato depotenziato fino alla scomparsa di molte  professionalità. In attesa del giudizio della Corte Costituzionale sui ricorsi presentati – aggiunge – si deve rilevare la criticità di un”operazione che ha sottratto le competenze ad un organo civile
per attuare un inedito processo di militarizzazione di una polizia civile in una Forza Armata. Oltre ai diritti del personale, la riforma compromette la continuità delle attività svolte dal Corpo Forestale sul servizio antincendio, il contrasto al commercio di specie in via d’estinzione, la
corretta gestione delle riserve naturali e l’inventario forestale. Il Paese ha bisogno di un organo di polizia nell’ambito della sicurezza pubblica ambientale che garantisca la necessaria tutela in ordine alle nuove emergenze e sia in grado di interfacciarsi in maniera dinamica e innovativa con i
territori. Lavoreremo – conclude Fraccaro – per restituire al più presto dignità a tutte le competenze del Corpo Forestale dello Stato».

Tag:, ,

Paolo Padoin

Paolo Padoin

già Prefetto di Firenze
Mail

Commenti (1)

  • Gix

    |

    Occorre in modo urgente il ripristino del CFS. È l’occasione per rimediare non solo a una riforma non felice ma anche per inquadrare un discorso più complessivo su un corpo unico e omogeneo di polizia ambientale in ambito nazionale. L’italia non è uguale per patrimonio ambientale e di biodiversità a nessun paese europeo per cui questa peculiarità si sposa con un’autonomia di un corpo com’era il CFS a cui si devono unire e fondere in esso i corpi di polizia provinciale e in un secondo step i corpi forestali regionali. Questa è la vera riforma nel segno dell’efficienza e verso l’eliminazione delle inutili duplicazioni e sovrapposizioni. È la volta buona poiché ci troviamo di fronte finalmente davanti a un governo che quando decide fa le cose in brevissimo tempo.

    Rispondi

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.