Pensioni e immigrazione: anche il partito dei pensionati censura Boeri

ROMA – Le tesi di Boeri sulla necessità di acquisire sempre più immigrati per salvaguardare le pensioni degli italiani sono duramente contestate anche dai diretti interessati, il Partito dei pensionati. Ecco il comunicato stampa che ci hanno inviato:

«Il dott. Tito Boeri, Presidente INPS, afferma che serve l’ immigrazione, per sostenere il nostro sistema pensionistico. Il Partito Pensionati, dissente totalmente dal dott. Boeri e ricorda gli enormi costi per il nostro Paese che l’accoglienza degli immigrati comporta – così ha dichiarato il segretario nazionale del Partito Pensionati, on. Carlo Fatuzzo – Vi sono milioni di Italiani senza lavoro e tantissimi nostri giovani, costretti ad emigrare in tutti i Paesi del mondo, perché non riescono ad inserirsi nel mondo del lavoro, neppure nelle più modeste attività. E’ necessario combattere la disoccupazione, creando nuova occupazione, ridando futuro e speranza ai tanti Italiani che anche da anni, sono alla disperata ricerca di un lavoro. Il Partito Pensionati ritiene che i contributi di milioni di italiani, giovani e meno giovani, attualmente senza lavoro, garantirebbero ugualmente la tenuta del sistema pensionistico, se fossero inseriti in attività lavorative, anche le più umili ».

Boeri, immigrati, partito pensionati


Paolo Padoin

Già Prefetto di Firenze Mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080